Skype Caffebook

caffebook - Cultura

Which Zappa? Aneddoti di un genio del nostro tempo

aneddoti Frank Zappa , Frank Zappa , aneddoti

Quale Zappa?

Quale musicista pensiamo di conoscere quando parliamo di Frank Zappa:

sarcastico, umorale, infido, sperimentatore, contradditorio, ingenuo, forse classista, considerando il termine, paradossalmente, in una accezione ampia, certo, dai confini sfumati. Questo articolo non ha come scopo quello di classificare un inclassificabile per eccellenza.

[...]

Read more

Gregory Peck: una vita da Oscar contro le disuguaglianze

Gregory Peck , Oscar di Gregory Peck , Gregory Peck ruoli

"Mio padre, Gregory Peck, era un uomo dolce, innamorato e deciso. Era pronto a battersi per i diritti civili tra un ruolo impegnato e una commedia romantica come Vacanze romane. In tutti i personaggi c'è qualcosa di lui, anche nello scanzonato reporter Joe Bradley che ha cambiato la sua vita, e la mia".

Cecilia Peck


Gregory Peck, mito del cinema della vecchia Holliwood, trascorse gran parte della sua vita nella recitazione di ben 57 film di genere diverso romantico, sentimentale avventuroso.

[...]

Read more

Il mosaico: nascita, scuole e materiali dell’arte musiva

mosaico , il mosaico , arte musiva

Il mosaico è una strana forma di arte. Come la pittura è un arte bidimensionale e altrettanto permette la realizzazione di opere di grandi dimensioni. In Italia ne abbiamo un esempio con il mosaico artistico moderno più grande d’Europa, e, probabilmente, del mondo, in un piccolo paesino toscano, Indicatore, in provincia di Arezzo: Il Mosaico di Andreina. [...]

Read more

Intervista con l’artista Paul Gauguin i viaggi e il mare

Gauguin i viaggi , Paul Gauguin , Gauguin , Intervista con l’artista

Amici lettori di CaffèBook (caffebook .it) bentornati al nostro appuntamento di questa metà di primavera che sa tanto d'estate, oggi intervisteremo per voi un artista francese, Paul Gauguin e con lui parleremo di viaggi, di mare e di libertà.

È un giramondo, un eclettico viaggiatore dell'arte e non potevo fare altro che invitarlo a fare un giro per parlare della sua arte su una mongolfiera. Lui ancora non lo sa, gli ho dato appuntamento in Piazza Navona vicino alla fontana dei quattro fiumi del Bernini di fronte alla chiesa di S.Agnese in Agone del Borromini. La mongolfiera è parcheggiata sulla strada sampietrinata ed è un omaggio del nostro sponsor che ce l'ha concessa in cambio di un autografo di Gauguin, eccolo lo vedo arrivare, sta mangiando un gelato. [...]

Read more

I Caffè storici che hanno cambiato la cultura in Europa

caffè storici , caffè storici europei , caffè , locali

Sono avvolti da un’aura classica, elegante e decadente che ci riporta al passato. Hanno assistito alla nascita di molte idee ed erano lo scenario bohémien per il ritrovarsi di molti artisti. E in altri, al calore di una tazza di caffè fumante, è stato mutato per sempre il corso della storia. In alcuni romanzi emozionanti sono stati raccontati.

Vi presentiamo i caffè storici in Europa, dove un bigné imbevuto e una bevanda profumata ed intensa hanno fatto rinascere e ribollire il mondo delle idee. [...]

Read more

Donatello, il genio della scultura del Rinascimento

Donatello , Donatello scultore , Donatello Rinascimento , Rinascimento , scultura

Donatello (Firenze 1387 - 1466, vero nome Donato Bardi)

Circa vent’anni fa, un cartone animato, “Ninja Turtles", aveva come protagoniste quattro eroiche tartarughe di nome Leonardo, Michelangelo, Raffaello e Donatello ...!

Era una maniera eccellente di rappresentare la storia dell'arte e restituiva allo scultore il posto che gli spettava: quello di genio universale.

[...]

Read more

Paddy il piccione e lo sbarco in Normandia

Paddy il piccione , sbarco in Normandia , piccione , Normandia

Il 6 giugno del 1944 è ricordato come il giorno del D-Day, lo sbarco degli alleati in Normandia.

Un giorno orribilmente tinto di rosso, di morte, sofferenza e indicibili violenze ma che ha trasformato il corso della storia, ponendo fine alla dittatura nazista di Hitler e impedendo che l’Armata Rossa sovietica risultasse la potenza prevalente, con le conseguenze geopolitiche che ne sarebbero derivate.

Lo sbarco avvenne alle 6.30 del mattino, sulle spiagge chiamate in gergo dagli alleati con i nomi di Utah, Omaha, Gold, Juno e Sword a opera di truppe americane, inglesi e canadesi. [...]

Read more

Quel diavolo di un Bakunin… anarchico e rivoluzionario

Bakunin , filosofia , anarchico , rivoluzionario , diavolo

Conoscete il romanzo di Riccardo Bacchelli “Il Diavolo al Pontelungo”?

Uscito nel 1927, vi si narra di alcuni contadini che pare abbiano incontrato il Demonio sulla propria via; ma vi è anche un altro personaggio al quale sono attribuiti effluvi sulfurei: Michail Bakunin, infatti, ai tempi in cui si svolge la narrazione si trovava proprio in quell’angolo di Toscana. Bacchelli gioca sulla circostanza e fa pronunciare all’anarchico russo le seguenti parole:

È venuto davvero (…) il diavolo al Pontelungo! E questa volta di qui Satana spiccherà il volo per la liberazione di tutto il mondo”.

[...]

Read more

Byung Chul Han l'angoscia di fronte all'abisso

Byung Chul Han , filosofia , Essere e tempo , Heidegger , angoscia

Angst: Byung-Chul Han rilegge Heidegger

Byung Chul Han, filosofo coreano, ha recentemente pubblicato un libro dal titolo:

Austreibung des Anderen, che si traduce con: "L'espulsione dell'altro". In questo libro Byung Chul Han tratta di molti temi di attualità come l'emergenza delle nuove destre, il terrorismo, l'immigrazione, l'omologazione e la globalizzazione. [...]

Read more

Donne e libri: Le prime donne nella storia in biblioteca

le prime donne , donne nella storia , donne e libri , donne in biblioteca , Antonia Gutierrez Bueno , Angela Garcia Rives

Antonia Gutierrez Bueno: una pioniera dell’accesso femminile alle biblioteche

Ho sempre amato i libri e il piacere che regala la lettura.

Nei ricordi di bambina è intenso il profumo emanato dalla carta del sussidiario appena acquistato per la scuola elementare. Un aroma che ancor oggi mi fa tornare indietro nel tempo, per riassaporare quelle profonde emozioni.
Accarezzavo le pagine con rispetto, affascinata dai disegni e catturata dalla curiosità di leggere le parole che li accompagnavano, per scoprire nuove realtà e racconti ammalianti. [...]

Read more

Essere e tempo e il destino della filosofia

Essere e tempo , filosofia , filosofia dell'uno , Heidegger

Sull'attualità di Essere e tempo: Il destino di un classico

La domanda che si pongono in molti oggi: che fine ha fatto la filosofia?

Molta della filosofia che si fa oggi è sempre di più una materia molto specialistica che arriva ad abbracciare molti campi differenti delle scienze:

dalle neuroscienze all'intelligenza artificiale.

Ci sono ontologie per ogni settore scientifico: dalla biologia all'informatica.

[...]

Read more

Mary Somerville: un'astronoma pioniera dei diritti degli animali

Mary Somerville , astronomia

La Royal Bank of Scotland, nella metà del 2017, stamperà biglietti da dieci sterline con l'effigie di Mary Somerville.

Sarà la seconda donna ad avere questo onore dopo la Regina. Ma chi è?


È una scienziata che, nel 1835, è stata la prima a essere nominata membro della Royal Astronomical Society, privilegio fino ad allora riservato agli uomini: la sua storia s'incrocia con quella del nostro paese perchè è sepolta a Napoli, nel Cimitero degli Inglesi, assieme a due figlie. [...]

Read more

Ada Lovelace: immaginazione poetica e metodo scientifico

Ada Lovelace , software , Babbage , Alan Turing , immaginazione

Nel 2009 la giornalista e blogger inglese, Suw Charman-Anderson, direttrice di Open Right Group, una ONG che mira a preservare i diritti di accesso al digitale, ha dato vita all'Ada Lovelace Day. Si tratta di una giornata in cui si invita a ricordare e onorare le donne, spesso sconosciute, che hanno svolto un ruolo influente nel campo della scienza, tecnologia, ingegneria e matematica. [...]

Read more

Una ballata del mare salato: come nasce una leggenda

Una ballata del mare salato , Corto Maltese , Hugo Pratt , fumetti , nona arte

Una ballata del mare salato, è la prima avventura (170 pagine) in cui appare il personaggio di Corto Maltese, creato dal celebre disegnatore Hugo Pratt (Rimini 1927-Svizzera 1995).

Venne pubblicata nel mensile italiano “ Sergente Kirk” dal ’67 al ’69. La sua traduzione in francese fu pubblicata da Casterman nel 1975, seguita da numerose riedizioni.


Hugo Pratt ne ha fatto una leggenda, riuscendo a riprodurre l’immagine ideale della vita di un avventuriero che non aveva niente a che fare con la dura realtà. Cercare di ripercorre le varie tappe di questa creazione in quest’articolo, sarebbe fuori luogo. Mi limiterò a raccontare, pertanto, solo alcuni momenti salienti. [...]

Read more

Lyduska de Nordis: seguendo le orme di Karen Blixen in Kenia

Il confine tra Italia e Slovenia, laddove finisce la città di Gorizia e inizia l'abitato di Salcano, presenta una stranezza: l'andamento lineare si modifica per formare uno strano angolo acuto, per poi riprendere il tracciato rettilineo in direzione del fiume Isonzo, attraversandolo.

Quella deviazione non è casuale ma costeggia il muro di cinta di una villa del 1830: il suo nome è Villa de Nordis. [...]

Read more

Wilhelm Reich, la faccia rivoluzionaria della psicanalisi.

Wilhelm Reich , psicanalisi


L’amore, il lavoro e la conoscenza sono le fonti della nostra vita. Dovrebbero anche governarla”.

Con questa frase si aprono molte delle pubblicazioni dei libri di Wilhelm Reich, scrittore, medico e scienziato, vissuto nella prima metà del novecento, autore di testi e ricerche a dir poco non convenzionali, ma soprattutto psicoanalista rivoluzionario. Forse perché queste parole sono una sintesi perfetta del suo pensiero e del suo lavoro. [...]

Read more

Karen Blixen: non solo la mia Africa

Karen Blixen , Africa

«Riuscire a trasformare le vicende della propria vita in racconti è una grande gioia, forse l'unica felicità assoluta che un essere umano possa trovare su questa terra, ma - cosa inspiegabile per i profani - è nel medesimo tempo una privazione, addirittura una sciagura».

Credo che queste parole, inserite da Karen Blixen nella raccolta postuma di novelle "Carnevale", costituiscano la sintesi del suo modo di considerare la scrittura. [...]

Read more

Un sentimento indefinibile ma intenso: la "saudade"

saudade , Sentimento , portoghese , poesia

Se vi è mai capitato di provare un sentimento di malinconico desiderio verso qualcosa che non c'è più, una nostalgia struggente intrisa di tristezza ma anche di dolcezza (restando così in bilico tra una lacrima e un sorriso di accettazione) verso una persona o un luogo ormai lontani, verso una terra, una casa, un amore ormai persi o anche verso un luogo mai visitato o un'esperienza che avete desiderato ma che non potrà mai essere, potete forse dire di aver provato quella che in portoghese viene chiamata "saudade" (anche se non siete portoghesi o brasiliani). [...]

Read more

Lo strano caso di Pietro Abelardo

Pietro Abelardo , filosofia

Quando si cita il nome del filosofo medievale Abelardo, la prima nozione che riemerge dalla memoria è l'esito atroce della sua storia d'amore con Eloisa, che costò allo sventurato la perdita della virilità.

Infatti, in quanto ecclesiastico, non gli fu perdonato di aver intrecciato una relazione con questa sua allieva di straordinaria intelligenza, che a sua volta venne rinchiusa in un convento.

[...]

Read more

Pasolini, il Poeta perduto

Pasolini , poesia

Vivere intensamente lo struggimento del vivere, il coraggio di affrontare il dolore dell’esistenza come nobilitazione della vita stessa ed unico mezzo per la libertà della propria coscienza.


È così che riesco a riassumere in una personale interpretazione l’idea che ho di Pier Paolo Pasolini, il poeta perduto.

Un uomo che ha affrontato il percorso di una buona parte del Novecento italiano fino a giungere al sacrificio della propria vita, ultimo atto di un dramma di cui si conosceva già il finale. Un sacrificio che ha però contribuito a cambiare il nostro mondo, scacciando le ombre di una cultura borghese e bigotta, dando voce e dignità alla diversità, al pensiero colto e libero da pregiudizi, alla profondità dei quei sentimenti e di quelle idee che lui stesso maturò nel corso dei suoi intensi anni e che hanno elevato l’uomo e la dignità dei suoi valori. [...]

Read more

La “pari e patta” nelle culture nordiche

culture nordiche , vichinghi , celti , tribù indoeuropee

Come il solito, chi scrive coglie l’occasione di ricordare che, l’errore e l’orrore più grande che si possa compiere circa le antiche culture, è porre in essere una valutazione di genere retrospettivo. Si esaminano pensando di doverle giudicare secondo quelli che riteniamo i parametri contemporanei. Ripetutamente si è preteso che esse fossero migliori di quanto non siamo noi stessi. [...]

Read more

Anita Garibaldi: una donna coraggiosa

Anita Garibaldi , donna coraggiosa

Se ci capita di leggere il nome o di vedere un ritratto di Anita Garibaldi, col pensiero di solito ci fermiamo all'immagine che di lei abbiamo dai tempi della scuola elementare (che comunque, personalmente, è l'immagine di un personaggio indimenticabile, reale e carico di un'umanità molto sincera e poco ufficiale, ma al contempo leggendario):

quella di silenziosa eroina del risorgimento italiano e di fedele compagna di Giuseppe Garibaldi.

[...]

Read more

Delle intuizioni: ovvero come avere idee nuove

idee nuove , intuizioni , filosofia

Blaise Pascal amava sin da piccolo la geometria, ma suo padre non era d'accordo con questi suoi studi, così, racconta la sorella, non aveva nessuna conoscenza dei nomi delle figure della geometria né conosceva i loro teoremi. Tuttavia egli nel tempo libero si divertiva a studiare quelle figure.

Assorto in questa ricerca si spinge tanto oltre da arrivare fino alla trentaduesima proposizione di Euclide.

Pascal tuttavia non ha mai letto Euclide da nessun libro, stando a quel che ci racconta la sorella, quindi ha derivato tutto questo sapere solo da se stesso: come ha fatto?

Bisogna pensare che esista una qualche informazione che era accessibile sia ad Euclide, che a Pascal, informazione che ha permesso a Pascal di reinventare Euclide?

[...]

Read more

Diogene il Cinico

Diogene il Cinico , filosofia , Alessandro Magno

Chi non ricorda alcuni aneddoti su questo filosofo antico, colui che cercava l'uomo al lume di una lanterna e che viveva in una botte?

In effetti la figura di Diogene di Sinope, meglio noto come "il Cinico", è alquanto originale:

nato intorno al 412 a. C., visse ad Atene e soleva autodefinirsi "il Cane", considerando il proprio costume di vita alquanto affine a quello di detto animale:

si narra che abbia dato questa spiegazione ad Alessandro Magno in persona, una volta che il Macedone si frappose tra lui e il sole, desiderando parlargli. Presentatosi come Alessandro con una certa protervia, il sovrano si sentì rispondere: "E io sono Diogene, il Cane": Stupito, Alessandro chiese ragione di un tale soprannome; e il filosofo gli rispose:

"Faccio le feste a chi mi dà qualcosa, abbaio contro chi non dà niente e mordo i ribaldi." 

Disprezzando i beni materiali come inutili, si sbarazzò anche della sua ciotola, unico oggetto che tenesse con sé, quando vide un ragazzo che beveva servendosi dell'incavo delle mani.

Non si fece quindi per nulla impressionare dal sovrano che, per scherno, gli fece recare un piatto di ossi. Con la consueta mancanza di ogni timore reverenziale nei confronti dei potenti, Diogene commentò che il cibo era di certo degno di un cane, ma il dono non era degno di un re. [...]

Read more

Mai orfana è la Musa

musa , musica , musica e letteratura

Se c’è una forma d’arte, che più di tutte, entra in contatto con le altre e organizza la nostra vita, la nostra visione, intesa come spazialità, questa è la Musica. Perché si fonda sulle vibrazioni, la lunghezza delle onde che si propagano e riflettono su corpi solidi o liquidi raggiungono sempre il destinatario di tal messaggio. [...]

Read more

Johann Schmidt e la filosofia del libero arbitrio

Johann Caspar Schmidt , Max Stirner , filosofia , libero arbitrio

Il suo vero nome era Johann Caspar Schmidt (1806 - 1856); tedesco, esponente della Sinistra hegeliana, scrisse un'opera che fece grande scalpore per le idee ardite che vi erano esposte:

L'unico e la sua proprietà.

Filosofia:  Max Stirner, pseudonimo di Johann Caspar Schmidt

Considerato un anarchico individualista (per quanto egli non si sia mai definito tale), Stirner rigetta ogni idea di Stato o di istituzione, rivendicando per ciascun individuo il completo e totale libero arbitrio, in quanto ognuno è il solo e legittimo proprietario di sé stesso. [...]

Read more

La Befana: una favola dalle antiche origini

Befana , favola , origini , regali

Una vecchietta abitava in una casa ai margini del villaggio.


Era piena di rughe, con il naso lungo e bitorzoluto: conduceva una vita solitaria e soltanto un gattino le faceva compagnia.
Una sera bussarono alla porta tre stranieri vestiti con ricchi abiti orientali: avevano con sé dei cammelli carichi di doni per un bambino appena nato. Si erano persi e non riuscivano a trovare la strada per Betlemme. Il cielo era coperto dalle nuvole e non potevano seguire una stella che mostrava loro la direzione giusta.

[...]

Read more

Fenomenologia e mondo della vita

filosofia , Husserl , Nagel , pipistrello , fenomenologia

Mi sto convincendo che per la filosofia sarebbe il momento di fare un balzo indietro per ritornare a quella tradizione di filosofi che si sono interessati tanto in passato del mondo della vita, del Lebenswelt.

Mi riferisco a William James (1842-1910), Henri Bergson (1859-1941), Edmund Husserl (1859-1938).

Tutti questi pensatori appartengono più o meno allo stesso periodo: la fine dell'800' e l'inizio del 900', addirittura due di loro sono nati lo stesso anno: Bergson e Husserl sono infatti entrambi nati nel 1859. [...]

Read more

Salomè nel decadentismo

Salomè , Decadentismo

Uno dei capisaldi del Decadentismo e dell'Estetismo europeo è il romanzo "À Rebours" (in italiano "Controcorrente") dello scrittore francese J. K. Huysmans; il suo protagonista, Des Esseintes, è un grande estimatore dell'arte a lui contemporanea e possiede una ricca collezione di dipinti dei più grandi pittori dell'epoca. [...]

Read more

Basta dire 13 dicembre e …Santa Lucia, il giorno più corto che ci sia!

Santa Lucia

 

Sappiamo ormai che il 13 dicembre era il giorno più corto dell’anno quando vigeva il calendario Giuliano, e la festa della Santa cadeva durante il Solstizio d'Inverno ma, con l’introduzione del calendario Gregoriano del 1582 sono stati eliminati circa dieci giorni e il giorno più corto oggi è tra il 21 e il 22 dicembre.

Ma chi era questa Santa divenuta patrona dei ciechi, degli elettricisti, degli oculisti e di Siracusa? [...]

Read more

Culture antiche: ricerca, speculazione, teorie e criticità.

ricerca antropologia , tribù indoeuropee

La ricerca (antropologia, archeologia, archeo-linguistica, geologia, genetica e via di seguito) è un terreno insidioso per i cultori di storia antica quanto per gli stessi ricercatori. Frequentemente assistiamo al perdurare di teorie che restano tali in quanto, una delle maggiori criticità in ambito dello studio è la mancata comunicazione e sinergia tra le varie specialità. [...]

Read more

I bambini dai grandi occhi tristi: l’incredibile storia di una delle più grandi frodi artistiche del XX secolo.

Margaret Keane , bambini con occhi grandi , quadri



 

Traduzione elaborata da Emanuela Ciocchetti dell'articolo-Intervista di Jon Ronson a Margaret Keane I bambini dai grandi occhioni tristi: l’incredibile storia di una delle più grandi frodi artistiche del XX secolo

theguardian.com

Nel 1960, Walter Keane si rese celebre per i suoi famosi ritratti sentimentali, spesso venduti per milioni di dollari.

In realtà la vera artista era sua moglie Margaret, costretta a lavorare praticamente in condizioni di semi-schiavitù per mantenere il successo del marito.

Questa è la sua triste storia, divenuta nel 2014 soggetto di un film biografico diretto da Tim Burton.

 


Margaret Keane nella sua casa a Napa, California.

Per anni ha dipinto i celebri quadri dei bambini dagli occhioni tristi dei quali il marito si dichiarò l’autore.  [...]

Read more

Sopravvivere a Eumeswil, ovvero Cerca il trilobite

Eumeswil , Ernst Jünger , Trilobite , libro

Un futuro imprecisato, dopo il crollo di ogni ideologia, in una regione guidata da un tiranno il cui titolo è “Condor”.

Questo è il quadro di Eumeswil (1977), una delle opere più tarde di Ernst Jünger (Heidelberg 1895 - Wilflingen 1998).

L’opera mantiene quel senso della catastrofe epocale e della solitudine aristocratica che ha reso famoso lo scrittore, oltre che controverso. Pur avendo frequentato circoli rivoluzionari d’ispirazione nazionalistica, non aderì al nazismo e rifiutò la nomina all’Accademia prussiana (1934). [...]

Read more

Il vischio: un bacio che appartiene al cielo

vischio , erboristeria

Il vischio in erboristeria, la pianta del vischio sospesa fra cielo e terra augurando, con un bacio sotto il vischio, tanta fortuna.


Drualus: questo è il nome irlandese del vischio.

Diventa mistletoe in inglese ed era considerata la pianta celeste dei druidi. Pianta magica, pianta sacra per eccellenza. Noi oggi sappiamo che si tratta di una specie parassita e che, di conseguenza, non ha bisogno di radici. Per gli antichi celti, invece, questa sua particolarità, questa sua vita sospesa tra cielo e terra, era un segno divino. [...]

Read more

Omaggio a Dario Fo

Dario Fo , vita e teatro , Premio Nobel

MoonMagazine e CaffèBook desiderano fare un omaggio al Premio Nobel Dario Fo, e quale modo migliore delle testimonianze di tre nostre collaboratrici che ci parlano di lui.

Carmen Pinedo Herrero ci relaziona sulla sua esperienza vissuta con Fo. Mavi Gomez ci parla della sua ammirazione per Fo come drammaturgo e Ainhoa Martinez Retenaga analizza la figura di Fo come fervente difensore della conoscenza.

  [...]

Read more

San Galgano e la spada nella roccia

leggenda , spada nella roccia

Forse non tutti sanno che il mito di re artù probabilmente, è nato in Italia; infatti, in provincia di Siena sorge un luogo magico, un luogo senza tempo. A circa 40 Km da Siena, si trovano un'antica e grandiosa Abbazia cistercense e una piccola cappella di forma circolare al cui interno si custodisce una delle "reliquie" più affascinanti e misteriose dell'intera regione: la spada nella roccia di San Galgano. [...]

Read more

Cantando Genova con Fabrizio De André

Fabrizio De André , Genova , Caruggi , creuza de mä

"Nei quartieri dove il sole del buon Dio non dà i suoi raggi..." (Fabrizio De André -La città vecchia)

Non poteva che essere Fabrizio De André a cantare la parte più autentica e viscerale di Genova: quella dei caruggi, dell'intrico di vicoli che si diramano alle spalle di quel porto da cui, in un tempo ormai lontano (ma si ricordi che i Genovesi non hanno mai smesso del tutto di partire, anche Faber lo fece), salpavano i mesti emigranti "cu'i cioi 'nt'i euggi" (da Fabrizio De André, Crêuza de mä) che diffusero uno dei più celebri testi della tradizione popolare della Città della Lanterna:


"Ma se ghe penso alôa mi vedo o mä".

[...]

Read more

Beatrix Potter: una pioniera del self-publishing

Beatrix Potter , selfpublishing , animali , Storie , disegni

Sicuramente molti ricorderanno le immagini di Peter il Coniglio e le sue storie ambientate in luoghi incantati con animali che parlano e vestono abiti umani.


Sono invece meno quelli che conoscono il nome dell’autrice: Helen Beatrix Potter.

 

La sua è una storia decisamente affascinante:

una donna che nella società vittoriana dell’Ottocento insegue e realizza un sogno scontrandosi con la famiglia, le convenzioni e il fato, spinta da un inesauribile trasporto per la natura, gli animali, la scrittura e la pittura.

Le sue favole hanno venduto più di ottanta milioni di copie e sono state tradotte in trentacinque lingue.

Rimango sempre colpita dalle persone che agiscono motivate non dalla brama di raggiungere la notorietà ma dall’autentica passione, assorbite dal gesto effettuato per puro diletto… l’intensità che traspongono nell’azione fa sì che le loro opere arrivino al pubblico trasmettendo un’energia che è la causa del loro successo.


Nata nel 1866 in una ricchissima famiglia che viveva di rendita, trascorre l'infanzia in compagnia di numerosi animali domestici tra cui gatti, cani, salamandre, rane, furetti e soprattutto conigli, che osserva e disegna. Trascorreva le vacanze estive in Scozia e in Inghilterra nel Distretto dei Laghi, una regione incantevole già luogo preferito dei poeti romantici Wordsworth e Coleridge.
[...]

Read more

Niccolò Paganini il violinista del diavolo: L'anima del romanticismo

Niccolò Paganini , violinista del diavolo , romanticismo , violino

 


Oltre a impressionare gli artisti dell'epoca con il suo virtuosismo, Paganini ha letteralmente incarnato l'anima del Romanticismo


Considerato il più grande violinista di tutti i tempi, Niccolò Paganini nacque a Genova nel 1782 e morì a Nizza nel 1840.

Compose la sua prima sonata all'età di otto anni e diede il suo primo concerto sei mesi più tardi.

Fece le sue prime tournée all’età di quindici anni. Mantenne sempre il più stretto riserbo sulle sue tecniche di performance, diventando il primo musicista a gestire la sua carriera proprio come farebbe un odierno pubblicista!

Oltre a possedere una tecnica specifica, aveva un corpo dalla morfologia particolare: era di dimensioni normali, ma le sue mani erano in grado si estendersi oltre il normale.

Il suo udito era superiore alla media.

  [...]

Read more

Ragione e Sentimento: un perenne conflitto

Ragione , Sentimento , Romantici e Illuministi

Il Settecento, come tutti sanno, fu il secolo in cui vennero celebrati "i lumi della Ragione", ritenuti la via da seguire per curare tutti i mali dell'umanità; poi giunse l'Ottocento, che si oppose fieramente a tale concezione, indicando nel sentimento la vera essenza dell'animo umano...

Come scrisse Alessandro Manzoni nel V Maggio: "Due secoli, l'un contro l'altro armati". [...]

Read more

Su Batman, Tim Burton aveva ragione

Tim Burton , Batman , Joker , Atmosfera

 
Elogio alla cultura popolare


Un paio d’anni fa un mio ex allievo di Conservatorio rinunciò a continuare gli studi all’Accademia di Belle arti di Venezia soprattutto in base alle critiche di un suo insegnante di Pittura. Il ragazzo aveva, e ha tuttora, un grande talento per l’illustrazione e per il disegno di tipo fumettistico, ma il professore disapprovava il suo modo di dipingere, rammaricandosi che non si dedicasse piuttosto all’astrattismo.
Venuto a sapere, in ritardo, della rinuncia del ragazzo, chiesi: - Ma quel docente non si è reso conto che l’astrattismo è morto con Kandinskij, Mirò e i loro seguaci, e che invece il fumetto e l’illustrazione sono due moderne, e il più delle volte redditizie, forme d’arte? [...]

Read more

Emily Dickinson: vivere di (libera) poesia

Dickinson , poesia , libera

 

Io sono nessuno! Tu chi sei?

Sei nessuno anche tu?
Allora siamo in due!
Non dirlo! Potrebbero spargere la voce!

Che grande peso essere Qualcuno!
Così volgare - come una rana,
che gracida il tuo nome - tutto giugno
ad un pantano in estasi di lei!


Questa è una poesia scritta attorno al 1860, ma se ci dicessero che è stata scritta ieri potremmo crederci tranquillamente (non conoscendola).

Perché il suo linguaggio è assolutamente moderno e la riflessione a cui dà vita è senza tempo, anzi, a ben vedere è perfetta per i nostri giorni in cui tutti sembriamo così assetati di celebrità (anche se le nostre "rane" più che gracidare twittano, condividono, postano...).

È una poesia sull'obbligo del dover essere per forza qualcuno, e tutto sommato proprio per questo definiti e limitati; in effetti essere un nessuno ha in sé una maggiore libertà: se non si è nessuno si è liberi dal peso di rimanere sempre quel qualcuno... forse. In ogni caso quelle domande dirette a chi legge sono decisamente coinvolgenti e non scivolano via dai pensieri con immediata facilità. [...]

Read more

Il mistero del Manoscritto di Voynich, tra fantascienza e alchimia.

Manoscritto di Voynich , mistero , alchimia


Testi segreti, scoperte vecchie di secoli, incredibili ritrovamenti, tutto ciò fa pensare alla trama di un film di avventura in stile Indiana Jones, ma questa volta il mistero è reale e riguarda il Manoscritto di Voynich.


Scopriamo insieme la storia di questo libro che a tutt’oggi rimane indecifrato, malgrado molti tra linguisti, studiosi, filologi e addirittura criptologi, si siano misurati con quest’antico dilemma. [...]

Read more

L’isola che (forse) non c’è

More , Utopia , Stato ideale

Siamo nel 1516. Il Rinascimento, età di grande fiducia nell’uomo e nella sua ragione che indaga la realtà, imbocca il viale del tramonto.

Restano le conseguenze delle grandi scoperte geografiche: la consapevolezza dell’esistenza di mondi “altri”, ma anche mutamento degli equilibri economici, in seguito all’apertura di nuove rotte commerciali oltre le “colonne d’Ercole”.

Tramonta l’Italia, troppo fragile nei sistemi politici e ormai periferica dal punto di vista marittimo. Dal Nuovo Mondo, giungono in Europa flussi di metalli preziosi; ma le ricchezze si accumulano in poche mani e la maggior parte degli uomini non possiede in prima persona i propri mezzi di lavoro e sussistenza. [...]

Read more

Mary Anning:una viaggiatrice nei mari preistorici

Mary Anning , fossili

Si dice che dietro a un grande uomo ci sia una donna che gli ha permesso di diventare tale, sollevandolo dagli oneri della quotidianità, consentendogli di dedicarsi a quelle attività e consigliandolo al meglio.
Ci sono altre donne che sono rimaste nell’ombra, pur avendo contribuito in prima persona a scoperte scientifiche di cui non hanno potuto godere i frutti, perché la loro condizione femminile non lo ha concesso e gli uomini si sono appropriati del loro lavoro.


Mary Anning è una di queste.


Nasce nel 1799 in Gran Bretagna a Lyme Regis, una località sul mare in cui verrà ambientato l’originale romanzo “La donna del tenente francese” di John Fawles. [...]

Read more

La saggezza della follia

follia , arte

 

 

…perché la vita è un brivido che vola via, è tutto un equilibrio sopra la follia, sopra la follia…”, Sally - Vasco Rossi.

 

Ho partecipato alla presentazione di una mostra di quadri del pittore e scultore Mario Pavesi intitolata Las Mariposas (le farfalle).

L’autore ha commentato che i colori dello sfondo su cui si appoggia l’insetto ritratto, l’azzurro e il giallo, simboleggiano rispettivamente la Libertà e la Follia. I colori intensi, la pennellata energica e la spiegazione hanno trasmesso sensazioni forti che sono arrivate all’animo come una poesia. [...]

Read more

La determinazione del tempo e il piano di liberazione umano

tempo , libertà , Eraclito , Pollock

"Ripensando ancora una volta nel XIX secolo il pensiero dell'eterno ritorno, Nietzsche si presenta come colui nel quale si adempie ora il mitico decreto del fato. Infatti l'essenza dell'accadere mitico è il riproporsi." (Walter Benjamin, Tesi sul concetto di storia, Einaudi, Torino, 2006, vol. VIII, p.499)

 

 

I greci pensavano che in un tempo mitico fossero accadute le storie primordiali, questo tempo mitico è il tempo in cui sono avvenute tutte le vicende dei miti, dopo tutti gli eventi primordiali si sarebbe ripetuti all'infinito.

In origine il tempo è una grande ruota, come le macchine con gli ingranaggi; l'orologio è costituito di questi e lo stesso deve essere per il tempo. [...]

Read more

Terra nera

Timothy Snyder , Terra nera , Hitler , Germania

Spesso la storia non è un processo lineare, governato dalla logica o dalla supremazia del più forte. Una conclusione banale, penserete, e che a mio avviso è ancora troppo ottimistica.

Ho appena terminato di leggere “Terra nera” di Timothy Snyder, che racconta come Hitler e il suo stato maggiore gestirono l'invasione dell'Europa, le diverse prassi politiche e diplomatiche dei governi che si trovarono a fronteggiare il drammatico corso di quegli eventi, e gli effetti dell'invasione tedesca là dove si verificò. [...]

Read more

Chiusa la città degli artisti

chiusa , artisti

Chiusa è un piccolo borgo lungo il fiume Isarco, situato tra Bressanone e Bolzano.

Tappa obbligata nella valle per raggiungere il Brennero, deve il nome allo stretto passaggio naturale tra la rupe di Sabiona, il cui monastero la domina, l'Isarco e il torrente Tinne. [...]

Read more

L'Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters: oltre le ipocrisie (verso la libertà)

Spoon River , Lee Masters , Antologia , liberi , De André

Cosa ci renderebbe liberi di poter dire, senza alcuna limitazione, tutta la verità su di noi, sui nostri pensieri più sinceri, sui nostri più profondi desideri?

Solo l'irrealizzabile fatto di raccontarli senza essere più in vita, quindi il non doverci più preoccupare di ciò che dobbiamo apparire  perché gli eventi, le necessità, gli altri (e molto spesso noi stessi) ci hanno imposto determinati "abiti".

Ed esattamente  tutta la verità dicono i 244 personaggi dell'Antologia di Spoon River, personaggi ormai morti ma vivissimi nelle loro "rivelazioni".

[...]

Read more

Stefano Benni: il Lupo e i suoi libri

Stefano Benni , Libri da comprare , Consigli d'autore

Scrittore, poeta, umorista, saggista, giornalista, sceneggiatore... tutto questo e molto altro è Stefano Benni.

Questo articolo nasce come primo appuntamento per raccontare gli scrittori in quello che più della loro vita ci ha colpito e consigliare dei loro libri quelli la cui lettura ci hanno lasciato i maggiori piaceri.

In "Consigli d'autore", questa quasi rubrica, che potrà essere a più mani, mi permetto di suggerire quelli che secondo me sono gli autori più interessanti e certamente cominciare con Stefano Benni, per me, non è stata una scelta difficile.

  [...]

Read more

I sette peccati capitali

Peccati capitali , Superbia

<< Verba vana aut risui apta non loqui. >>

Non pronunziare parole vane che inducono al riso Jorge da Burgos da Il Nome della rosa , Umberto Eco.

Non potevo che iniziar così questo mio breve articolo sui sette vizi o peccati capitali. Questa frase introduce il lettore nel pensiero medievale che vede nelle insani abitudini dell'uomo la sua predisposizione al peccato. [...]

Read more

La cicoria del Café aux Indiens

cicoria , Café aux Indiens , pianta cicoria , erboristeria

La cicoria (in erboristeria): Café aux Indiens come succedaneo del caffè, le ricette di un decotto e un vino digestivo, e la maschera di bellezza.

Pianta perenne dal caratteristico lattice bianco e pianta estiva per eccellenza, la cicoria appartiene alla famiglia botanica delle Composite e ha fiori costituiti da un capolino ligulato dall’intenso colore azzurro.

Essi hanno la forma di piccola stella e sono le ultime gemme che ornano i prati e i campi, confondendone il verde in note bluastre, quasi sino a ottobre. Assomigliano a grandi occhi spalancati sul cielo mattutino, a carpirne la trasparenza, la turchese armonia. [...]

Read more

Tiziano Terzani: la ricerca della verità oltre i fatti, la ricerca di "altro" oltre il mondo materiale

Tiziano Terzani , biografia , giornalista

 

Tiziano Terzani è stato uno dei più grandi giornalisti del nostro tempo, dotato di grande rigore e sensibilità, e uno scrittore tradotto in tutto il mondo.

I suoi libri contengono l'esperienza di uomo, di viaggiatore, di corrispondente dall’Asia e l'evoluzione del suo pensiero e della sua visione della vita:

dai primi Pelle di leopardo-Diario vietnamita di un corrispondente di guerra 1972-1973 (del 1973) e

Giai Phong! La liberazione di Saigon (del 1976), riguardanti la guerra in Vietnam, a

La Porta proibita (del 1984) dedicato agli anni vissuti in Cina e

Buonanotte Signor Lenin, in cui testimonia il crollo dell'impero sovietico (1992) fino al volume In Asia (1998), in cui raccoglie i migliori pezzi scritti sul continente asiatico per sancire la fine della sua attività di giornalista.

Quindi arrivano i libri che segnano la svolta della sua visione del mondo, ovvero  Un indovino mi disse (1995), Lettere contro la guerra (2002) e Un altro giro di giostra (2004).

Postumo è invece il dialogo con il figlio Folco pubblicato, nel 2006, con il titolo La fine è il mio inizio. Un padre racconta al figlio il grande viaggio della vita.

Faccio solo una breve premessa personale, dopodiché mi affiderò alle parole di una biografia (Tiziano Terzani - La forza della verità, di Gloria Germani, 2015) e a quelle dello stesso Terzani rilasciate nelle interviste o scritte nei suoi libri. [...]

Read more

Magica India

India , reportage

 

Mi ha sempre attirato eppure non l’avevo mai scelta… La immaginavo colorata, povera, puzzolente, difficile. Al momento di scegliere preferivo sempre l’Africa. Pensavo che la gente, i paesaggi, le emozioni che sa regalare il Continente Nero fossero insuperabili e invece nel mese di dicembre 2015 ho visitato per tre settimane l’India Centrale e ne sono rimasta folgorata. [...]

Read more

Le vittime del libero pensiero

libero pensiero , vittime

 
L'Autorità, politica o religiosa che sia, non ama essere né criticata né contraddetta.

Limitandoci alla storia del mondo occidentale, a noi più vicina, possiamo incontrare un numero altissimo di grandi personalità che hanno subìto le conseguenze più terribili della loro sete di conoscenza o di verità. [...]

Read more

Cos'è la prossemica, capire gli altri dai segnali del corpo

prossemica , linguaggio del corpo

 

Avrete certamente fatto caso alle vostre sensazioni e a come cambiano se per esempio avete vicino persone con cui siete in confidenza oppure degli sconosciuti o dei semplici conoscenti. Avete fatto caso anche a come vi ponete? E alla posizione del corpo che assumete?

Dal punto di vista scientifico questo è un aspetto del linguaggio del corpo (le distanze che teniamo dagli altri, le posture che assumiamo...) che la prossemica ci insegna ad interpretare. [...]

Read more

L'origine della ricchezza: ovvero come si diventa ricchi

diventa ricchi , ricchezza

 

«Industrializzazione nella letteratura. Su Scribe. "Prendendosi gioco degli uomini d'affari e dei grandi industriali, carpì loro il segreto del successo. Al suo sguardo acuto non sfuggì che ogni ricchezza si fonda in ultima analisi sull'arte di far lavorare gli altri per noi; così egli, genio precursore, trapiantò il principio della divisione del lavoro dai laboratori dei sarti di moda, degli ebanisti, dei fabbricanti di molle d'acciaio negli atelier d'arte drammatica, dove gli attori, prima di questa riforma, con una testa e una penna non guadagnavano più del magro salario di un singolo operaio. [...]

Read more

Franz Kafka e Praga

Praga , Kafka

Praga e l'opera di Franz Kafka si assomigliano e si richiamano in modo evidente:

entrambe ricche di fascino, bellezza e mistero e dotate della capacità di infondere nel cuore il senso del tedio e della meraviglia. Se il grande scrittore ceco fosse nato e vissuto altrove, non sarebbe stato lo stesso. [...]

Read more

Il capodoglio bianco di Melville.

Moby Dick , Melville

E se Moby Dick non fosse stata pura invenzione?

   Sull’isola di Mocha, un’isola cilena nella provincia di Arauco sull’Oceano Pacifico, sono stati ritrovati i resti, ancora ben conservati, di un gigantesco capodoglio bianco. L’enorme cetaceo, del peso stimato di 240.000 Kg, è stato scoperto per caso da alcuni turisti e potrebbe essere il leggendario Mocha Dick: il capodoglio che ispirò Melville. [...]

Read more

La sperimentazione animale e l'informazione dei media

Nel mese di gennaio i telegiornali hanno diffuso la notizia che in Francia alcuni volontari hanno sperimentato un farmaco e uno di loro è morto. Comunicare in questo modo induce l'ascoltatore a pensare che se il prodotto fosse stato testato su animali si sarebbe evitata la tragedia. Ma non è così.

Il fatto è avvenuto a Rennes dove otto volontari sani e remunerati hanno assunto un farmaco sintetizzato per agire sui disturbi dell'umore e i centri recettivi del dolore. A due di loro è stato somministrato un placebo mentre, dei restanti sei, uno era in stato di morte clinica, quattro con problemi neurologici forse permanenti e l'ultimo senza alcun sintomo. Il test era nella c.d. “fase 1” e quindi iniziale, condotto da una casa farmaceutica portoghese. In realtà la molecola era stata provata in precedenza sugli scimpanzé, che dovrebbero essere molto simili all'uomo, e solo dopo questo passaggio si iniziò, a luglio 2015, a darlo con un unico dosaggio a novanta persone senza riscontrare problemi. [...]

Read more

Antibiotici dalla terra

antibiotici , batteri nel suolo

Quando la natura si dimostra una risorsa preziosa

"Non si tratta più di una previsione per il futuro, ma di un serio pericolo che sta già gravando su ogni regione del mondo e che potenzialmente potrebbe riguardare chiunque, di qualsiasi età, in qualsiasi paese. Questa è oggi la principale minaccia per la salute pubblica." [...]

Read more

Genere. Per una critica storica dell’uguaglianza

Illich , gender

Sinceramente, di questi tempi, non avevo proprio voglia di leggere un libro il cui titolo originale è Gender. Ma le questioni trattate da Ivan Illich (Vienna, 1926 - Brema, 2002) non hanno niente a che vedere con l’allarmismo e il complottismo troppo spesso associati al termine. Riguardano, piuttosto, mutamenti socioeconomici tanto recenti quanto secolari. Una prospettiva che, alla fine, mi ha invogliato ad aprire il volume. [...]

Read more

Le emozioni ai tempi dei social

emozioni , social

Qualche giorno fa sono stata ospite di un corso sul metodo Feuerstein e quel giorno, in particolare, il laboratorio verteva sulle emozioni.

Le emozioni sono colore, sguardi, gesti e infine parole e suoni.

Ciò che proviamo fa parte della nostra vita, è la nostra vita, è ciò che la rende unica e ci permette di sentirla e di riempirla di significato e ricordi. [...]

Read more

La filosofia dell'Uno: un nuovo pensiero

Mr Nobody , possibile , filosofia dell'uno

"Niente è reale, tutto è possibile." (Mr. Nobody)

 

Mr. Nobody: un film profondamente filosofico.

Mr. Nobody è un film uscito nel 2009, film diretto e scritto da Jaco van Dormael. Parla di uomo che vive in un futuro lontano dove tutti gli uomini sono diventati praticamente immortali. Il protagonista è l'unico mortale in tutto il mondo, oggetto di una specie di reality, sempre sotto i riflettori, sottoposto all'indagine di un dispotico psicoanalista che cerca carpire la verità su di lui ma non ci riesce perché sembra che in apparenza il protagonista non ricordi nulla. [...]

Read more

How did one eat in the past?

English translation , meal of the day

Let’s start our new articles by taking a look into the history of nutrition... how did one eat in the past?

There have been enormous changes over the centuries, not only with regard to what was eaten, but how it was eaten too. 

In our previous articles we covered breakfast and snack options, now we want to introduce the mid-day meal, which is usually consumed between 12.00 and 2 p.m.  [...]

Read more

Odi et amo: amori tormentati

amori , tormentati

Odi et amo. Quare Id faciam,fortasse requiris.

Nescio, sed fieri sentio et excrucior.

[Odio e amo. Forse mi chiedi come io faccia.

Non lo so, ma sento che ciò accade, e mi tormento.]

 

Catullo si può definire l’ideatore dell’amore tormentato.

Le parole del poeta descrivono chiaramente il sentimento di ambivalenza: amore e odio, sentimenti contrastanti rivolti verso una persona che procurano angoscia mista a piacere.  [...]

Read more

Donne che corrono coi lupi

donne selvagge , donne e lupi

Un’ombra che si nasconde dietro le donne “civilizzate”, le segue e - finalmente - s’incarna in loro. Lo è Dracula, emblema della forza oscura del sesso nascosta sotto le crinoline, come sottolinea un’analisi di Alessandro Baricco. Ma lo è anche una figura femminile e assolutamente positiva: la Donna Selvaggia. [...]

Read more

Schopenhauer: il buon senso e gli animali.

Schopenhauer , uomo

Arthur Schopenhauer è un filosofo tedesco vissuto dal 1788 al 1860.

Lo si definisce pessimista e misantropo per la visione dell’uomo che presenta, per il fatto che manifestò profondo disagio nei confronti dei contatti umani e disinteresse per le vicende politiche del periodo. Sono famose alcune sue frasi piuttosto caustiche: “Io non ho scritto per gli imbecilli. Per questo il mio pubblico è ristretto.” [...]

Read more

I misteri della sinistra

Michéa , sinistra

Non hanno, in realtà, niente di misterioso I misteri della sinistra (Vicenza 2015, Neri Pozza Editore) che fanno l’occhiolino a Eugène Sue. Il saggio è di Jean-Claude Michéa (N. 1950), professore di filosofia in pensione ed esperto del pensiero di George Orwell. [...]

Read more

San Valentino? Il fondatore della rosa che usò Antoine de Saint-Exupery.

San Valentino , rosa

Ogni anno milioni di coppie si scambiano cioccolatini, fiori e bigliettini d’amore il 14 di Febbraio. Perché? Perché si amano. Certo, solo quel giorno, da quello seguente possono cominciare a lanciarseli, i poveri fiori recisi, o a far sparire i cioccolatini nel cestino della spazzatura. Ovvio, meglio che li mangi il tritarifiuti di noi donne, evitando di farci perdere l’agoniata linea che ci siamo imposte dopo la fine delle festività in previsione dell’estate. [...]

Read more

Rileggere la Critica della ragion pura oggi

Kant , ragion pura

Perché rileggere la "Critica della ragion pura" oggi?

Qualcuno ha già tentato di salutare una volta per tutte Kant in ambito filosofico. Infatti in filosofia oggi dilaga la posizione del realismo, che lo si intenda come nuovo realismo, come realismo ingenuo o come realismo negativo, non ha grossa importanza; rimane solo da parte la posizione del realismo interno, l'unica che non rigetterebbe la critica di Kant. [...]

Read more

Il Principe più famoso del pianeta insegna e commuove... i piccoli di ieri.

piccolo principe , tradotto

Un libro che è disponibile in 257 lingue e dialetti. Basti pensare che "Il Piccolo Principe" nel 2005 è stato tradotto anche in toba, la lingua amerindiana parlata nel nord dell’Argentina, nella quale era stato tradotto solo un altro testo: la Bibbia.

In questo momento storico e culturale dove la difesa delle lingue meno parlate e diffuse, oltre che dei dialetti, diventa un’esigenza per non dimenticare le nostre origini, questo libro è stato adottato come testo per la loro difesa. Sì, perché si può leggere perfino in lappone e tzigano. [...]

Read more

L’anello di re Salomone

anello , valore

Narra una leggenda che Re Salomone avesse un anello che gli permetteva di parlare con gli animali e capirne il linguaggio. Un etologo austriaco, Konrad Lorenz, premio Nobel per la medicina e la fisiologia nel 1973, ha scritto un bellissimo libro dal titolo L'anello di Re Salomone. Anche senza quello strumento lo zoologo è riuscito a tradurre il comportamento animale raccontando in maniera semplice e divertente gli studi che lo hanno portato a vincere un premio così prestigioso. [...]

Read more

Van Gogh e il mistero dell’orecchio mutilato

taglio orecchio , Van Gogh

È noto che l’eccentrico pittore Vincent Van Gogh si mutilò tagliandosi un orecchio con un rasoio.

Era il 23 dicembre del 1888 e ad Arles l’artista compì il folle gesto, avvolse il moncone in un foglio di giornale e lo inviò ad una donna come se fosse un macabro regalo di Natale.

Cosa abbia mosso in realtà tale azione è stato oggetto di molte discussioni, e negli anni altrettante sono state le teorie ipotizzate a tale proposito. [...]

Read more

Cos'è un eretico?

eretico , inquisizione

«Maiori forsan cum timore sententiam in me fertis quam ego accipiam.» Ossia: «Forse tremate più voi nel pronunciare contro di me questa sentenza che io nell'ascoltarla. »

Questo pronunciò colui che forse è il più famoso tra gli eretici: Giordano Bruno, oggi ritenuto martire del libero pensiero, lasciando intendere come fossero consapevolmente ingiuste le sentenze degli inquisitori. [...]

Read more

Normalità liquida

malattia mentale , normalità

"Perché quel procedere nella malattia è un viaggio, una discesa per essere di nuovo alla luce del giorno." (Artaud

In questo articolo vorrei presentare un'altra possibile via d'uscita dalla malattia mentale e in particolare mi interessa proporre un nuovo concetto di normalità, dopo che da tempo è caduto il vecchio concetto della normalità standardizzata e della malattia come pura variazione da questo standard. [...]

Read more

Buono da mangiare

Harris , cibo

La prospettiva di mangiare gli insetti è approdata anche in Europa. Galeotta, per l’Italia, fu l’Expo di Milano.

Vale allora la pena di rileggere il saggio dell’antropologo Marvin Harris: Buono da mangiare.

Enigmi del gusto e consuetudini alimentari (Torino 2015, Einaudi. Originale: Good to Eat. Riddles of Food and Culture, New York 1985, Simon & Schuster. Traduzione italiana di Piero Arlorio). [...]

Read more

Il voodoo tra religione e magia.

voodoo , zombi

Nell’immaginario collettivo occidentale il voodoo viene per lo più considerato come una forma di magia nera, ovvero stregoneria in salsa caraibica o africana. In realtà si tratta di una vera e propria religione di carattere sincretistico, in quanto fonde elementi del cattolicesimo con culti tradizionali animistici africani. [...]

Read more

Il mondo dell'informazione

fatto , informazione

 

Arnold Gehlen nell'Uomo nell'era della tecnica, classico di antropologia filosofica, parla dell'influenza della tecnica sulla nostra società. In primo luogo definisce l'uomo come animale tecnico e poi lo inserisce nel contesto attuale in cui l'uomo sembra sempre più la rotellina di grandi meccanismi che poi sono quelle grandi organizzazioni che lo usano come loro pedina e contro le quali lui da solo non può nulla. [...]

Read more

Il segreto degli alchimisti

alchimista , leggenda

Ciò che è fuori è anche dentro; e ciò che non è dentro non è da nessuna parte. Per questo viaggiare non serve. Se uno non ha niente dentro, non troverà mai niente fuori. È inutile andare a cercare nel mondo quel che non si riesce a trovare dentro di sé. (Tiziano Terzani) [...]

Read more

Libri e musica: un connubio magico.

Pet Sematary , King , Ramones

 

Quanti autori di romanzi sono stati ispirati dalle note di una melodia o dalle parole poetiche di una canzone? Credo che sarebbe difficile contarli.

Però a volte la magia funziona anche al contrario, e un romanzo particolarmente coinvolgente, ricco di emozioni e, diciamolo, molto inquietante, può ispirare anche musicisti quotati. O forse non è successo. [...]

Read more

Attraverso la profondità del mare (tramite la letteratura).

mare , libertà

Secondo alcune leggende, il mare è la dimora di tutto ciò che abbiamo perduto, di quello che non abbiamo avuto, dei desideri infranti, dei dolori, delle lacrime che abbiamo versato.” (Osho)

Assieme alla luna, il mare è forse l'elemento naturale più raccontato, grazie al fascino che riesce a suscitare praticamente in chiunque. Del mare si parla in canzoni, libri, poesie. È rappresentato in dipinti e fotografie. [...]

Read more

I duri dell'Hardboiled, Lebowsky e gli altri: baci, spari e vizi

Lebowsky , film

Tra i vari film che si sono ispirati al noir classico e alla tradizione hardboiled traendo spunti e temi a piene mani, destrutturando e contemporaneamente aggiornando con originalità i meccanismi di un genere sempre in mutamento, ci sono: Un bacio e una pistola di Aldrich, Il Lungo addio di Altman, Chinatown di Polanski, Mulholland Drive di Lynch, fino ad arrivare a Pulp fiction di Tarantino o Sin city di Rodrìguez.

Ma ci sono anche altri riusciti esempi di moderno noir. Di seguito ne illustrerò qualcuno.

  [...]

Read more

Il mistero delle Amazzoni

amazzoni , donne

 

Sono mai esistite le Amazzoni? Le indomite, crudeli, “snaturate” guerriere, terrore dell’uomo?

Secondo alcuni studiosi dell’antichità, sì.

“Un tempo esistevano le Amazzoni, figlie di Ares, abitavano presso il fiume Termodonte” racconta Lisia, nelle orazioni funebri in onore dei caduti in guerra. [...]

Read more

Quando il sole non tramonta…

donne , afghana

 

“Come l’ago della bussola segna il nord, così il dito accusatore dell’uomo trova sempre una donna a cui dare la colpa.”

Sono forse queste le parole più realistiche, e crude da leggere, le più difficili e delicate da assimilare, quando ci si addentra nell’anima del libro. Perché è di anima, che si parla: è l’anima di Khaled Hosseini, l’anima di ogni donna afghana, l’anima del Medio Oriente. [...]

Read more

La magia degli Archi

arco , suono

La mente può partire come una freccia scoccata da un arco (!) e, in un baleno, creare associazioni fino a quel momento impensabili. Chiamiamo arco o archetto l’accessorio con cui si produce il suono per sfregamento o percussione sul violino, il violoncello, il contrabbasso e la viola (detti per questo strumenti ad arco); definiamo arco uno degli elementi strutturali dell’Architettura ma arco è pure un’arma da lancio. [...]

Read more

I duri dell'Hardboiled: Ian Fleming e i suoi epigoni letterari, dall'hardboiled alla spy story.

Bond , Fleming

"L'arte di scrivere thriller sofisticati è pressoché scomparsa"

scrive Ian Fleming nel 1962 per il Daily Teleghaph.

"Gli scrittori sembrano vergognarsi di inventare eroi dalla pelle bianca, canaglie dalla pelle nera ed eroine dalle guance rosee. Io non sono un uomo stizzito. I miei libri non sono "impegnati".

Non ho nessun messaggio per l'umanità sofferente e, sebbene a scuola sia stato tiranneggiato e abbia perso la verginità nel modo in cui molti di noi usavano perderla ai vecchi tempi, non ho mai avuto la tentazione di imporre ai lettori queste o altre laceranti esperienze personali.

I miei libercoli non mirano a cambiare la gente né a spingerla a uscire e fare qualcosa. Sono scritti per eterosessuali dal sangue caldo che si trovano in treno, sull'aeroplano o a letto". [...]

Read more

Quelle stupide storielle chiamate “Miti”

Ulisse , Achille

Ogni anno vengono pubblicati migliaia di testi e libri sulla mitologia greca. Vi siete mai chiesti perché? Come possono delle storielline di 2000 e passa anni fa, dirci ancora qualcosa? Tutti conosciamo Ercole e le sue fatiche, oppure la furbizia di Ulisse, ma siete mai andati oltre? Avete mai provato a scavare tra le righe e ad arrivare alla saggezza nascosta di cui ancora oggi questi testi si fanno portatori? [...]

Read more

Chi ha paura del 'venerdì 13'?

venerdì , 13

«Non entrare nella 1408...» questo viene suggerito al protagonista del film "1408" (John Cusack, nei panni di uno scrittore che si interessa di fenomeni paranormali), trasposizione cinematografica di un racconto di Stephen King. Le cifre del numero 1408, sommate, danno il famigerato 13 che poi ricorre in molti altri paurosi modi nella pellicola. [...]

Read more

I duri dell'Hardboiled: Attilio Veraldi, l'hardboiled sbarca in Italia

Veraldi , Hardboiled , Sasà Jovine , noir

 

Nel mondo globalizzato in cui viviamo è cosa comune imbattersi, nel corso delle nostre letture, in un giallo d'azione ambientato a Milano, come in una spy story che si sviluppa tra Monaco, Lugano e Torino, o in una gangster story (leggi storia di camorra o di mafia) che si svolge a Napoli o Roma, piuttosto che in qualche sperduto paese della Sicilia o della Calabria.

Ma non è sempre stato così. [...]

Read more

Il Gaucho

Gaucho , Argentina

L'Argentina è una terra che vanta stretti legami di sangue con l'Italia, essendo stata meta di un forte movimento migratorio in partenza dal nostro paese tra la seconda metà del XIX secolo e i primi decenni del XX.

In quell'epoca la popolazione del paese sudamericano era composta da un vero e proprio crogiolo di culture ed etnie diverse, ciascuna dotata di una propria lingua e di un bagaglio di svariate esperienze che si fusero con il trascorrere degli anni dando origine alla società che oggi abita quel paese dotato di spazi immensi e di un cielo bianco e azzurro come i colori della sua bandiera. [...]

Read more

Erzsébet Báthory, la contessa Dracula

Erzsébet Báthory , contessa Dracula

La leggenda parla di lei come della più prolifica serial killer della storia dell'umanità. Il numero delle sue vittime, che oscillerebbe tra le 100 e le 300 persone, le garantirebbe, ancora adesso, un posto nel guinness dei primati.

Sempre secondo il mito, lei rapiva giovani vergini, per poi torturarle e usarne il sangue per preservare la propria giovinezza e bellezza. Il tutto sarebbe accaduto, ovviamente, in Transilvania, la patria del vampiro più famoso di tutti i tempi. [...]

Read more

I "pirati in gonnella" dei Caraibi

donne , pirati

 

Era un tempo di guerre e di conquiste, di lotte per l'indipendenza e rivoluzioni. Il 1700 era un secolo pieno di contraddizioni, apparentemente privo del fascino spesso esercitato dalle epoche precedenti e da quelle immediatamente successive. Un secolo in cui la lotta femminile, che sarebbe esplosa soltanto duecento anni dopo, con il femminismo dirompente del 1900, cominciava a farsi sempre più viva, se non apertamente nella società, quantomeno nel privato del proprio pensiero e dei propri sentimenti. [...]

Read more

Il caffè: storia, leggende e diffusione

caffè , il caffè , caffè pianta , caffè bevanda , storia del caffè , caffè arabica , caffè robusta , Hemileia vastatrix

Pronunciare la parola “caffè” per milioni di persone corrisponde ad immaginarsi subito a sorseggiare la famosa bevanda. Dietro il caffè c’è la sua storia millenaria che si condensa spesso in un rapido gesto al bar ma che è ormai talmente radicata da non farci neppure riflettere sulla sua quotidiana presenza nelle nostre vite.

Nel caffè ci sono storie, leggende, aneddoti, tecniche e tecnologie, esperienza e innovazione e tanto altro. In quest’articolo parliamo della pianta del caffè, della sua storia, di come si è diffusa e di alcune sue proprietà e usi. [...]

Read more

I duri dell'Hardboiled: Lew Archer, le strutture del male

Archer , detective , Bersaglio mobile

 

"Il taxi svoltò dalla statale 101. in direzione del mare. La strada, aggirando le falde di una collina, si addentrava in una gola fiancheggiata da querce spinose.

- Questo è Cabrillo Canyon - disse l'autista.

Non c'era in vista neppure una casa.

- La gente vive nelle caverne? - domandai." Questa è la prima battuta in assoluto pronunciata da Lew Archer.

[...]

Read more

I duri dell'Hardboiled: Sam Spade, il mito in un romanzo

Spade , detective , Hardboiled , mistero del falco , Hammett

Con la serie di articoli intitolati "Quelli dell'Hardboiled School"

ho voluto presentare quelli che, a mio parere, sono stati gli scrittori più importanti dell'epoca d'oro del giallo americano.

Con "I duri dell''Hardboiled"

voglio invece parlare più approfonditamente di alcuni loro principali personaggi (anche se talvolta è difficile distinguere il creatore dalla creatura, perché tutto, in definitiva, ha un fondo autobiografico), quelli che hanno poi creato una scia di imitatori e di epigoni, e del perché essi siano stati così influenti per lo sviluppo del giallo e del noir moderno.

[...]

Read more

La lingua come strumento di potere

lingua , potere

 

Ci si chiede spesso se sia il potere a fare una lingua o è la lingua stessa a detenerlo.

È chiaro che questa è, in ogni caso, strumento di potere in particolar modo quando si tratta di lingue policentriche, quelle che hanno varcato i confini nazionali e sono giunte a essere parte integrante di molti altri popoli. [...]

Read more

In amore, si può scegliere?

scegliere , amore

 

 

"Quel che molta gente definisce amare consiste nello scegliere una donna e sposarla. La scelgono, te lo giuro, li ho visti. Come se si potesse scegliere in amore, come se non fosse un fulmine che ti spezza le ossa e ti lascia lungo disteso in mezzo al cortile. Tu dirai che la scelgono perché-la-amano, io invece credo che avvenga tutto all’aicsevor. Beatrice non la si sceglie, Giulietta non la si sceglie. Tu non scegli la pioggia che t’inzupperà le ossa all’uscita di un concerto". [...]

Read more

Il professore che amava i draghi

Tolkien , fantasia

“«Evasione» viene oggi così spesso utilizzato: un tono per il quale gli usi della parola al di fuori della critica letteraria non forniscono giustificazione alcuna”. Non è l’unica tagliente osservazione di J.R.R. Tolkien (1892 – 1973) sulla miopia accademica e “modernista” verso tutto quanto è “fantasia”. Essa è contenuta nell’intervento Sulle fiabe, pubblicato nella raccolta Il medioevo e il fantastico (edizione italiana a cura di Gianfranco De Turris, traduzione di Carlo Donà, Bologna 2003, Bompiani). [...]

Read more

Come riconoscere un buon caffè con i nostri sensi.

un buon caffè , riconoscere un buon caffè , caffè

Ora vedremo come possiamo riconoscere un buon caffè con l’aiuto dei nostri sensi.

Nessun caffè può essere buono al palato se prima non manda una dolce offerta aromatica alle narici.
Henry Ward Beecher.

Con l’aiuto dei nostri sensi vista, olfatto e palato siamo già in grado di riconoscere se il caffè che ci apprestiamo a bere al bar o in casa è davvero buono. [...]

Read more

Quelli dell'Hardboiled School: Wade Miller, la scrittura a quattro mani.

Wade , Miller , Hardboiled

La storia del giallo è un continuo rimando di nomi, somiglianze, analogie e similitudini.

Dal Dupin, protagonista dei primi racconti del mistero di Edgar Allan Poe al Lupin di Maurice Leblanc,

dal Sherlock Holmes di Conan Doyle alla sua caricatura Herlock Sholmes, nemico proprio del ladro gentiluomo,

dal socio di Sam Spade, Archer, nel Falcone Maltese di Hammett, al Lew Archer personaggio di Ross MacDonald, fino al detective Harper (stesso personaggio ma nome cambiato per il cinema da Paul Newman),

da Hammett stesso a Hammer, il brutale poliziotto privato di Mickey Spillane, a Ellery Queen, che è sia il nome del protagonista di una lunga serie di romanzi e racconti che lo pseudonimo dei due autori,

da Velma di Addio mia amata di Chandler a Velda la segretaria e donna amata da Mike Hammer...

[...]

Read more

La granduchessa Anastasia è viva?

Romanov , Anastasia

Era il 1920, quando una giovane donna si gettò in un canale di Berlino con la ferma intenzione di togliersi la vita. L’intervento di un poliziotto sventò il piano della ragazza. Trasportata in un ospedale, le venne diagnosticato un disturbo psichico depressivo. La ragazza soffriva di vuoti di memoria e parlava a stento tedesco. Presentava, inoltre, numerose cicatrici sul corpo e rifiutava di rispondere a qualsiasi domanda. [...]

Read more

Quelli dell'Hardboiled School: Brett Halliday, grande artigiano del poliziesco.

Halliday , Shayne

 

"Vidi per la prima volta l'uomo che ho chiamato Mike Shayne a Tampico, Messico, tanti anni fa. Ero soltanto un ragazzo che lavorava come mozzo su una petroliera, quando attraccammo laggiù per prendere un carico di petrolio grezzo. Dopo cena, un gruppetto di marinai andò a terra, per visitare quel porto straniero. Io ero con loro."

Così inizia il racconto di Brett Halliday, uno dei tanti pseudonimi di David Dresser,

sulla nascita del suo personaggio più famoso, l'investigatore privato Michael (Mike) Shayne, di Miami.

[...]

Read more

Quelli dell'Hardboiled School: Ross Macdonald, il Balzac californiano

Hardboiled , MacDonald , Bersaglio mobile

 

Nel 1949, a 34 anni, Ross Macdonald dà alle stampe Bersaglio mobile,

il primo di una lunga serie di romanzi incentrati sulla figura del detective Lew Archer.

Erano trascorsi venti anni precisi dalla comparsa de Il Falcone Maltese di Dashiell Hammett, con il duro e cinico Sam Spade, e dieci dalla nascita del più romantico ma disilluso Philip Marlowe, ad opera di Raymond Chandler. [...]

Read more

Romanov: fine di una dinastia.

Romanov , bolscevichi

Nei primi anni del Novecento, in Russia si sviluppò sempre più l’industria e, di pari passo, crebbe il malcontento della popolazione. L’era industriale aveva sì portato maggiore ricchezza all’impero più vasto e popoloso di Europa, ma aveva coinvolto solo le grandi città. Le ampie aree agricole delle campagne continuavano a vivere nella miseria e, anzi, il distacco tra ricchi e poveri si era fatto ancora più notevole. Inoltre, Nicola II aveva lanciato una guerra contro il Giappone che si era, infine, rivelata disastrosa. [...]

Read more

I Romanov e Rasputin

Romano , Rasputin

 

Nel corso degli anni, molte pellicole cinematografiche sono state realizzate sulla base della storia della famiglia Romanov di Russia, spesso, però, narrata in versione decisamente più romanzata e intinta nelle numerose leggende metropolitane che hanno come principali protagonisti Anastasia Nikolaevna Romanova, quarta figlia dello zar Nicola II Romanov, e il santone Rasputin.

  [...]

Read more

Il gomitolo di Virginia Woolf

Virginia , woolf

Pensando a lei alla grande “madre spirituale” - come da molti è stata definita -, la prima immagine che mi viene in mente è quella di un gomitolo… con le dita della mano afferri l’estremità del filo, e cominci a tirarlo verso di te; è un filo lungo, morbido, avvolgente, ma corposo, robusto allo stesso tempo, destinato a non spezzarsi mai, che ti permette di seguirlo e di addentrarti, lentamente, in quella grande matassa che è il “mondo” di Virginia Woolf. [...]

Read more

Quelli dell'Hardboiled School: Elogio a Dashiell Hammett, inventore del Noir

Hammett , scrittore , detective , giallo , Hardboiled , duri

Nel corso delle mie letture giovanili, fortunatamente ben presto feci l'illuminante scoperta della scuola del giallo americana, della quale facevano parte Raymond Chandler, James M.Cain, Brett Halliday, Mickey Spillane, Ross MacDonald e molti altri. E soprattutto di quello che tra gli scrittori nati principalmente nelle pagine delle pulp magazine, si erse a capostipite del movimento letterario, Dashiell Hammett. [...]

Read more

Etica ai nostri tempi.

filosofia , etica

 

Mi interesso di filosofia da molto tempo e sento dire più o meno le stesse cose in giro, normalmente si ha un'idea della filosofia come qualcosa di esclusivamente teorico, come qualcosa che parla di enti astratti completamente separati della realtà, normalmente la filosofia e la metafisica sono abbastanza sinonimi penso per molta gente. [...]

Read more

Come è fatto un romanzo da Premio Nobel: “La Casa Verde” di Mario Vargas Llosa

Premio Nobel , Vargas , Llosa

Jorge Mario Pedro Vargas Llosa, autore de "La casa verde", è nato a Arequipa in Perù il 28 marzo 1936.

Llosa visse la sua prima infanzia con i suoi genitori separati e non conoscerà suo padre fino all'età di dieci anni.

Svolge i suoi studi primari in Bolivia fino al 1945 quando la sua famiglia tornerà in Perù nella città di Piura( uno dei luoghi del romanzo).

La riunione con il padre porta a dei cambiamenti per Vargas Llosa nelle scelte imposte della sua formazione che lo fanno entrare all'Accademia Leoncio Prado militare di Lima finendo comunque il liceo al San Miguel de Piura College.

Nel 1953 ritorna a Lima e studia all'Università Nazionale di San Marcos Lettere e Giurisprudenza. La scelta non ha il sostegno del padre e per mantenersi arriva a svolgere fino a sette lavori diversi fra i quali scrive le notizie alla Radio Centrale (oggi Radio Panamericana). I ricavi totali a malapena gli permettono di sopravvivere.

Nel 1959 lascia per la Spagna, grazie alla borsa di studio "Javier Prado" per fare un dottorato di ricerca presso l'Universidad Complutense de Madrid. Dopo un anno si stabilisce a Parigi.

Nella città della luce vive in ristrettezze economiche, ma fa in modo di accettare posti di lavoro che o lo mantengono in contatto con il suo idioma (ha insegnato spagnolo alla Berlitz School ) o gli permettono di frequentare delle amicizie letterarie ( lavora come relatore al ORTF francese e come giornalista nella sezione spagnola di France Presse).Gli sforzi per seguire la sua vocazione letteraria danno i primi frutti, quando la sua prima pubblicazione, nel 1959, con il titolo Los jefes storie,ottiene il premio Leopoldo Arias.

 Lavorando ancora come giornalista firma opere che diventeranno molto importanti nella letteratura latino-americana come i romanzi La città e i cani e La Casa Verde fino ad essere, nel 2010, insignito del Premio Nobel per la letteratura.

 

Nel romanzo “La Casa Verde” di Mario Vargas Llosa la storia si sviluppa, fra continui intrecci, in due luoghi molto diversi fra loro.

  [...]

Read more

Poesia Tang

Tang , Poesia cinese

L’epoca della dinastia Tang (dal 618 al 907 circa DC) è definita “l’età d’oro della poesia cinese”.


In realtà, nel periodo della dinastia Tang, la letteratura in tutti i suoi aspetti e generi conobbe un periodo di grande fioritura, ma la poesia è quella che la rappresenta appieno. [...]

Read more