Nella città di Aurangabad, nello stato occidentale del Maharashtra, c’è un mausoleo chiamato Bibi Ka Maqbara (la tomba della donna), che ha la caratteristica di essere una copia (a prima vista) del Taj Mahal di Agra e nonostante ciò ha una storia interessante da raccontare.

Questo mausoleo si differenzia dal più celebre monumento dell’India sia nella dimensione, più piccola, sia nel materiale usato nella sua costruzione, più economico.

Mausoleo di Bibi Ka Maqbara e il Taj Mahal
Mausoleo di Bibi Ka Maqbara e il Taj Mahal

Costruttori di mausolei

A portare a termine la costruzione fu il principe Azam Shah tra il 1651 e il 1661, non in memoria della sua sposa, ma di sua madre Dilras Banu Begum che era morta nel 1657.

Certo se mostrate una foto del Bibi Ka Maqbara chiunque crederà di aver di fronte il Taj Mahal di Agra, ma la somiglianza non è del tutto casuale.

Mausoleo di Bibi Ka Maqbara a Aurangabad
Mausoleo di Bibi Ka Maqbara a Aurangabad

Azam Shah, che era il figlio di Aurangzeb (imperatore Mughal o Moghul tra il 1658 e il 1707), era anche il nipote di Shah Jahan, l’imperatore che fece costruire il Taj Mahal.
Nelle varie lotte di potere il figlio Aurangzeb aveva detronizzato l’ormai malato Shah Jahan (seppellendolo poi con la sua amata) conservandone, forse, una certa ammirazione.

Anche Azam Shah regnò come imperatore alla morte di suo padre Aurangzeb ma solo per pochi mesi.
Suo fratello Bahadur Shah (14 October 1643 – 27 February 1712) nel giugno del 1707, lo avrebbe sconfitto e ucciso nella battaglia di Jajau.

La storia Dilras Banu Begum, la donna che riposa nel Bibi Ka Maqbara

Dilras Banu Begum nacque come principessa di una potente dinastia safavide dell’Iran. Sposò il principe Aurangzeb il’8 maggio 1637 ad Agra.

Dilras (in seguito nota anche come Rabia-ud-Daurani) era la sua prima moglie, prima consorte e, soprattutto, la sua preferita. Diede al marito cinque figli e fra questi Muhammad Azam Shah.

Dopo aver dato alla luce il suo quinto bambino, Muhammad Akbar, Dilras Banu Begum probabilmente a causa delle complicazioni causate dal parto, morì un mese dopo la nascita del figlio l’8 ottobre 1657.
Il dolore di Aurangzeb per la perdita dell’amata sposa fu estremo così come quello del figlio maschio maggiore, Azam Shah.
La figlia maggiore di Dilras, la principessa Zeb-un-Nissa, si prese la responsabilità di seguire suo fratello appena nato.

Aurangabad vista del Mausoleo
Aurangabad vista del Mausoleo

Nel 1660 Aurangzeb commissionò ad Aurangabad un mausoleo per fungere da luogo di riposo finale di Dilras, quello che oggi conosciamo come Bibi Ka Maqbara (“Tomba della Signora”).
Qui, Dilras fu sepolta sotto il titolo postumo di “Rabia-ud-Daurani“.
Negli anni la costruzione del mausoleo fu seguita da suo figlio Azam Shah seguendo le aspirazioni del padre Aurangzeb che ne voleva fare una degna dimora.
Bibi Ka Maqbara sará la più grande struttura di cui Aurangzeb abbia chiesto la costruzione alla fine somigliava in modo impressionante al Taj Mahal.

La costruzione del Bibi Ka Maqbara

Aurangabad, Bibi Ka Maqbara
Aurangabad, Bibi Ka Maqbara

Il mausoleo è al centro di un grande giardino con laghetti fontane e canali d’acqua che misura di circa 458 metri per 275.
Ci sono quattro minareti negli angoli, disposti esattamente come nel Taj Mahal. Sia la cupola che i minareti sono più piccoli di quelli del Taj Mahal e realizzati con materiali più economici e non con i preziosi marmi di quello originale. Per questo è chiamato anche il Taj dei Poveri.

Però il Taj del Deccan (altro modo con cui è conosciuto) pur essendo costato solo 700000 rupie (contro i quasi 32 milioni del Taj Mahal) è una meta che porta molto turismo ad Aurangabad insieme alle grotte di Ajanta del Maharashtra, patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, che sono dei splendidi monumenti scavati nella roccia.

Interno del mausoleo di Bibi Ka Maqbara
Interno del mausoleo di Bibi Ka Maqbara

Desta ancora molto rispetto la tomba con i resti mortali di Dilras Banu Begum posta al centro dell’edificio, circondata da una jali (una pietra perforata) ottagonale di pietre marmoree scolpite con disegni delicati.
Secondo un’iscrizione nell’ingresso principale, il Bibi Ka Maqbara fu progettato e costruito dall’architetto Ata-ullah e dall’ingegnere Hanspat Rai.

Una leggenda vuole che Ata-ullah sia il figlio di Ustad Ahmad Lahauri, il (probabile) capo architetto del design Taj Mahal.

Leggi anche: Hawa Mahal, il Palazzo dei Venti indiano dalle 953 finestre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.