La grafia di Sandra Milo, 86 anni di effervescenza

La grafia di Sandra Milo e, con la sua analisi grafologica, la biografia breve della vita dell’attrice: 86 anni di effervescenza.

Nata a Tunisi col nome di Salvatrice Elena Greco, proprio in questi giorni ha festeggiato il suo ottantaseiesimo compleanno ancora in tutto il suo splendore.

Attrice e conduttrice televisiva italiana, debutta nel cinema appena ventiduenne nel film “Lo scapolo” accanto all’indimenticabile Alberto Sordi.

Famosa ancora oggi per le sue forme generose e per la sua voce nasale, infantile e ingenua, incontra nella sua brillante carriera i registi italiani più importanti in quegli anni: da Roberto Rossellini a Dino Risi, da Antonioni a Fellini, di cui ha confessato di essere stata l’amante per quasi un ventennio.
La sua è stata una vita sentimentale burrascosa: sposata ben quattro volte, di cui la prima a soli quindici anni; quattro figli, di cui uno nato prematuro e morto subito dopo il parto.
Afferma di essere sempre stata una donna molto libera, sia nella mente che nello spirito, e lo ha dimostrato con i fatti nella sua lunga esistenza, senza mai perdere il sorriso e un’allegria e un’ironia invidiabili. Vediamo cosa ci racconta la sua scrittura dal punto di vista grafologico.

Analisi grafologica della grafia di Sandra Milo

Analisi grafologica grafia di Sandra Milo
Grafia di Sandra Milo

Un soggetto scrivente fa il proprio autoritratto, senza esserne del tutto consapevole. Egli modella, forma, senza essere disturbato dalle restrizioni della sua coscienza e poiché ignora questa sua facoltà artistica, essa è protetta dagli interventi della ragione o dell’intelletto.

La scrittura è quindi un simbolo della manifestazione di sé e un’estrinsecazione della propria vita interiore:

la sua interpretazione permette di cogliere molteplici aspetti della personalità, anche quelli a volte più nascosti.

La grafia della Milo risulta ancora molto tonica per la sua età. Semi-angolosa, chiara, ordinata, allargata, sinuosa sul rigo, con qualche effervescenza negli allunghi, ben spaziata tra righe e parole, ascende il rigo con un movimento fluido e controllato.

Le caratteristiche grafiche di Sandra Milo

Ricorda le caratteristiche grafiche del temperamento dei sanguigni (René Le Senne), che sanno trarre il massimo dalle circostanze.

Campione di grafia di Sandra Milo
Campione di grafia di Sandra Milo

Sandra Milo è una donna esuberante ed entusiasta (grande dimensione, ascendente), la sua simpatia la rende ben accetta anche per la sua capacità di animare un ambiente. Dotata di grande senso pratico, nonostante la sua aria un po’ svampita, possiede la forza della curiosità e dell’intuizione (lettere aperte, allargata, “d” ricombinate, buchi tra lettere). Sa guardarsi intorno e capire immediatamente come stanno le cose e con prontezza di spirito prendere le proprie decisioni, sapendosi adattare alle varie circostanze.

Abile nel tessere una rete di amicizie importanti, anche a volte con una certa ipocrisia, ama da sempre frequentare il bel mondo, mescolarsi con la gente, senza troppo approfondire.

Dal punto di vista affettivo questo tipo di temperamento vuole bene soprattutto a se stesso ed è considerato “un cavallo che ha sempre la possibilità di piazzarsi” perché sa sfruttare tutto ciò che ha a disposizione con estrema disinvoltura, con grande flessibilità di spirito e con la capacità di improvvisare in pubblico. In sostanza sa sempre come destreggiarsi per mirare ai propri scopi anche se non sempre possiede la necessaria costanza nel realizzarli.

Leggi anche: La grafia di Clint Eastwood: un mito del cinema visto attraverso la grafologia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.