Le terrazze di riso di Yuanyang

Nel sud della Cina, nella provincia di Yunnan si trovano le terrazze di riso di Yuanyang, dai colori meravigliosi, divenute Patrimonio dell’Umanità nel 2013.

In Cina il riso viene coltivato da 7000 anni ed è uno dei più grandi produttori del mondo.
Parallelamente al crescente numero demografico, anche se molti figli non erano stati dichiarati per via della politica imposta, cresce la domanda per soddisfare il bisogno alimentare.

L’agronomo Yuan Longping in collaborazione con Saline-Alkali Tolerant Rice Research and Development Centre ha creato una nuova tipologia di riso, Yuan Mi, che cresce nell’acqua salata.

Da un primo esperimento effettuato a Qingdao, vicino al mar Giallo sono state raccolte circa 9,5 tonnellate di riso per ettaro, le previsioni erano di circa la metà.

L’acqua del Mar Giallo è stata prima “allungata” e poi utilizzata nella risaia maggiore creata su su una spiaggia.

Secondo gli studiosi, la Cina con oltre un milione di chilometri quadrati con un alto grado di salinità e alcalinità, adatte quindi al nuovo metodo di coltivazione, si potrebbe avere una maggior produzione di circa 50 milioni di tonnellate di riso e soddisferebbe il bisogno di circa 200 milioni di persone.

Questo tipo di coltivazione avrebbe anche effetti ecologici perché abbasserebbe il già troppo elevato uso di sostanze tossiche inquinanti: la salinità delle acque eviterebbe, infatti, l’uso di pesticidi sconfiggendo naturalmente i batteri patogeni del riso che è ricco di calcio e di altri macronutrienti.

Il riso, che è alla base dell’alimentazione di molti paesi asiatici, è in Cina tra i cereali maggiormente coltivato al sud.

Il grano invece viene coltivato soprattutto al nord anche per via della diversa morfologia del territorio.

Anche la raccolta di riso avviene di conseguenza in tempi diversi.

Nelle pianure del nord, ha inizio da maggio giugno. Nella Cina sud-orientale, i primi raccolti di riso vanno invece da marzo a luglio e l’ultimo, da giugno a novembre e sono abbondanti.

La coltivazione del riso, per il particolare sviluppo della pianta, rende il paesaggio davvero unico.

Le terrazze di riso di Yuanyang 3
Le terrazze di riso di Yuanyang 4

Più che semplici terrazze di riso, sembrano vere opere d’arte i cui colori mutano in continuazione.

Sulle risaie il riflesso dell’acqua crea questi magici paesaggi dalle atmosfere irreali.

La provincia di Yunnan, con le sue incredibili terrazze di riso, conosciute anche con il nome di Honghe Hani, confina con il Laos, la Birmania, il Vietnam e il Tibet ed è a sette ore della capitale Kunming.

Questa immensa provincia è una realtà costituita da oltre 25 etnie, 56 sono circa quelle presenti in tutta la Cina dove convivono anche in diverse religioni.

Furono gli Hani, una delle tante etnie che arrivati più di 1300 anni fa si insediarono sui monti Ailao e crearono queste meraviglie che oggi calamitano turisti da tutto il mondo.

Molti sono gli spettacoli naturali che si possono vedere in questo immenso Paese, come le montagne arcobaleno ad esempio, ma le terrazze di riso cinesi sono il frutto del duro lavoro dell’uomo che ha saputo cogliere e rendere bello qualcosa che era soprattutto una necessità.

Il riconoscimento per tale creazione risale ai tempi della dinastia Ming, quando un imperatore conferì il titolo di “abili scultori” al popolo degli Hani, giungendo fino ai nostri tempi.

Da quando si stabilirono su queste montagne, gli Hani dovettero combattere contro il terreno accidentato per fare spazio alla coltivazione del loro cibo di base, il riso.

Le terrazze di riso di Yuanyang 7
Le terrazze di riso di Yuanyang

Le terrazze di riso, secoli di lavoro su un territorio immenso

Sono oltre 15.000 gli ettari di terrazze tortuose e irregolari, situate lungo la sponda del fiume Rosso, tutte fatte a mano, per le quali sono stati necessari 1300 anni di duro lavoro che oggi coprono le pendici dell’Ailao.

Le terrazze di riso hanno pendenze diverse oscillanti dai 15 ai 75 gradi, fatte ognuna con un numero di “gradini” diversi, la più lunga ne conta circa 3.000, mentre la più alta si trova a 2000 metri sopra il livello del mare.

Se già ci sembra impossibile risalirle, anche se è possibile, immaginiamo quanta fatica abbiano fatto gli Hani per modellare la montagna.

Appartenenti alla provincia di Yunnan, sono anche le terrazze Bada vicino a Xingie che si estendono fino ad una piccola valle e sono ideali da visitare al tramonto quando sembra che davvero le nuvole sfiorino i campi.

E poi ancora le terrazze di Laohuzui che vuol dire bocca della tigre, anche queste riflettono colori magnifici al tramonto e sono molto ripide.

Le terrazze di riso di Yuanyang 9

Infine le risaie di Duoyishu, situate vicino ad un centro abitativo per poter godere del luogo fin dalle prime luci.

Per poter ammirare le altre due precedenti terrazze la partenza solitamente è dal villaggio di Yishu, con una camminata di circa otto chilometri.

In questo caso è necessaria davvero una buona preparazione atletica ed anche un’attrezzatura fotografica adatta per immortalare i paesaggi.

Anche se le altre terrazze di riso della Cina non hanno ricevuto riconoscimenti importanti l’acqua depositata nelle risaie crea comunque scenari imperdibili.

Come quelle ad esempio della provincia del Fujian, a Sanming.

Nella provincia del Guangxi,a Guilin, al sud della Cina, oltre all’incredibile scenario che offre il fiume Lijang, è possibile ammirare gli splendidi paesaggi delle diverse terrazze di riso della zona.

Fra queste le terrazze di riso di Longji a Longsheng, a circa 108 chilometri a nord di Guilin, che hanno 700 anni.

Furono create dal gruppo etnico Zhuang, che iniziò durante la dinastia Yuan a modellare le montagne Longsheng, dandogli la forma di terrazza e svilupparono un sistema di irrigazione dell’acqua che avrebbe permesso loro di coltivare il riso.

Le terrazze di riso cinesi affascinano sempre con i loro colori cangianti.

In primavera quando le terrazze sono impregnate d’acqua brillano i colori dell’iris.

In estate predomina il verde, in autunno invece le tonalità sono l’ocra e l’oro poi naturalmente il bianco quando sono ricoperte di neve.

E poi il ciclo ricomincia e le terrazze di riso della Cina tornano ad incantare.

Le terrazze di riso di Yuanyang 11

Foto di Bethan Phillips, Chiu Ho-yang, Miltos Gikas, Jacques Beaulieu,

Curiosità

27 luglio 2018 la Luna di sangue più lunga del secolovideo

27 luglio 2018 la Luna di sangue più lunga del secolo

Chi ama stare con il naso all’insù e scrutare il cielo ha un appuntamento il 27 luglio 2018 con la Luna di sangue più...
L’Isola dei Fagiani condivisa da Francia e Spagna

L’Isola dei Fagiani condivisa per 6 mesi dalla Francia e per 6 mesi dalla...

Sulla piccola Isola dei Fagiani venne firmato uno dei trattati più importanti di Pace, il Trattato di pace dei Pirenei nel 1659, ma non...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.