Il Tempio del Sole di Konarak in India

La città di Konarak (o Konark) si trova sulla costa nord-orientale, con vista sul Golfo del Bengala ed è lì che si trova uno dei monumenti nazionali più carichi di simbolismo della regione: il Tempio del Sole di Surya.

Il Tempio del Sole di Konarak o Konark in onore a Surya

Tempio del Sole di Konarak o Konark
Tempio del Sole di Konarak o Konark

Surya, che secondo la tradizione vedica ha molti altri nomi, è qui è venerato come il dio indù del Sole.

Questa divinità è conosciuta anche come: Mitra (l’amico, presente anche nella mitologia persiana), Bhaga (signore o padrone, distributore di ricchezza), Vivasvat (Splendente, padre dell’umanità) e, come detto, molti altri.

Statua nel Tempio del Sole di Konarak

Statua nel Tempio del Sole di Konarak
Statua nel Tempio del Sole di Konarak

È una divinità benefica che viene spesso rappresentata come oro dall’associazione visiva del tono di questo prezioso metallo con i raggi del sole.

Il suo culto, pur essendo meno diffuso di quello di altre divinità, ha portato alla costruzione di un buon numero di templi realizzati in suo onore.

A Surya vengono attribuiti poteri curativi, specialmente nelle malattie della pelle, della cecità e della sterilità.

Non può sorprendere quindi che Tempio del Sole di Konarak sia uno dei più importanti per i suoi devoti. Il luogo però e anche molto attrattivo dal punto di vista turistico per la ricca decorazione che presenta e che può essere apprezzata in tutta la sua bellezza grazie ad un restauro ben eseguito.

In precedenza lo strato di terra che lo oscurava aveva portato i portoghesi a chiamarlo Pagoda Nera, ma questo soprannome deriva anche dal fatto che sorgesse alla foce del fiume Chandrabhaga, un tratto di navigazione abbastanza pericoloso.

Gli splendidi rilievi ricoprono praticamente tutte le sue pareti nel caratteristico stile Orisa, che era predominante in India tra gli anni 850 e 1200 d.C.

Tempio di Konarak o Konark tra i beni patrimonio mondiale dell’UNESCO

Tempio di Konarak o Konark tra i beni patrimonio mondiale dell'UNESCO
Tempio di Konarak o Konark tra i beni patrimonio mondiale dell’UNESCO

La costruzione, con il suo asse orientato verso il sole iniziò a metà del XIII secolo durante il regno di Narasimhadeva I (Narasimha Deva I), grande sovrano della dinastia Ganga.

La causa non è nota con certezza, le varie supposizioni sono per ringraziare Surya forse per la guarigione dalla lebbra o per la nascita di suo figlio Bhanu. La maggior parte degli studiosi propende per la celebrazione delle vittorie su un tentativo di invasione musulmana.

Il Tempio di Konarak formava una sorta di triangolo religioso di cui gli altri due vertici erano Bubaneshwar e Puri (quest’ultimo noto come Pagoda Bianca).

La struttura del Tempio del Sole di Konarak in onore a Surya

La struttura del Tempio del Sole di Konarak in onore a Surya

Potrebbe interessarti anche: Il Tempio d’oro di Amritsar, il luogo sacro dei Sikh.

L’aspetto attuale risulta più modesto rispetto all’originale, poiché prima esisteva uno shikara spettacolare (una sorta di cupola a torre), tipica delle costruzioni indù.

La shikara è andata distrutta forse a causa di un terremoto o, semplicemente per un crollo dovuto al progressivo degrado.

Rimane il tempio principale Jagamohan (sala delle udienze) con il Nata Mandir (o Natamandapa sala da ballo). La forma è quella di un carro solare processionale trainato da sette colossali cavalli di pietra e fiancheggiato da statue di elefanti, alcuni dei quali portano in cima dei leoni.

Le ruote del Tempio a forma di carro di Konarak in onore a Surya

Una ruota del Tempio a forma di carro di Konarak in onore a Surya
Una ruota del Tempio a forma di carro di Konarak in onore a Surya
Una ruota del Tempio a forma di carro di Konarak in onore a Surya 2
Una ruota del Tempio a forma di carro di Konarak in onore a Surya 2

Potrebbe interessarti anche: Hasankeyf, la città turca fondata 12000 anni fa che corre il rischio di essere inondata.

Le ruote, disposte in due file da dodici, sono a otto razze (che rappresentano le varie fasi del giorno) e di un diametro di circa tre metri e anch’esse scolpite nella pietra.

Le Decorazioni del Tempio del Sole di Konarak

Decorazioni del Tempio del Sole di Konarak
Decorazioni del Tempio del Sole di Konarak
Decorazioni del Tempio del Sole di Konarak 2
Decorazioni del Tempio del Sole di Konarak 2

Potrebbe interessarti anche: 10 bellissime immagini della Fiorita (o Fioritura) di Castelluccio di Norcia.

Sono presenti tanti motivi artistici nei rilievi del complesso che rappresentano personaggi dell’induismo (divinità, ninfe …), scene di vita cortese e bellicosa, un’ampia rappresentazione faunistica e vegetale, e molte a tema erotico con pratiche sessuali di ogni tipo che rivelano la diversa concezione sull’argomento rispetto alla cultura occidentale.

Abbandonato nel XVI secolo ha oggi riacquistato parte del suo antico splendore e dal 1984 è tra i beni patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Un’ultima curiosità riguarda il nome di Konark che deriva dalla combinazione delle parole sanscrite, Kona (angolo o angolo) e Ark (il sole), in riferimento proprio al tempio dedicato al dio del sole Surya.

Il Tempio del Sole di Konarak in onore a Surya in India
Il Tempio del Sole di Konarak in onore a Surya in India

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.