7 Animali con nomi della mitologia greca e romana

La mitologia greca, e anche per estensione quella romana, sono sempre state molto attrattive per le persone di altre culture e la prova di ciò sono la grande quantità di libri e film prodotti nei quali non è raro la comparsa anche di animali.

La nomenclatura binomiale degli esseri viventi, proposta da Carlo Linneo (Carl Nilsson Linnaeus o Carl von Linné Råshult, 23 maggio 1707 – Uppsala, 10 gennaio 1778), fornisce chiavi più o meno semplici per organizzare e classificare l’enorme diversità del nostro pianeta.

I nomi degli animali

Molti scienziati hanno trovato nella nomenclatura dello scienziato svedese un campo fertile per liberare la propria fantasia nel nominare le nuove specie che scoprivano.

Con non poca originalità sono state nominate delle specie che omaggiavano cantanti, attori, a volte personaggi di fantasia, e naturalmente quelli appartenenti alla mitologia.

Così gli dei olimpici della mitologia greca (e quella romana) come gli animali più leggendari di tali racconti hanno riempito la nomenclatura scientifica.

Ne proponiamo alcuni esempi, e aspettiamo, che, magari, altri vengano proposti dai lettori…

Animali con nomi della mitologia: Il pesce San Pietro (Zeus faber)

Animali con nomi della mitologia: Il pesce San Pietro (Zeus faber)
Animali con nomi della mitologia: Il pesce San Pietro (Zeus faber)

Il padre degli dei dell’Olimpo era Zeus, il dio del tuono e del cielo da il nome a più specie animali, in questo caso è un pesce.

Il San Pietro o Zeus faber porta il nome del padre degli dei nel nome del genere e, curiosamente, nel suo nome volgare fa riferimento ad un’altra religione, in questo caso cristiana, con San Pietro. Il Zeus faber è presente in tutti i mari tropicali e temperati. Una leggenda vuole che il segno nero sul lato sia “l’impronta digitale” di Zeus o, se preferiamo, di San Pietro.

Animali con nomi della mitologia: L’aquila arpia (Harpia harpyja)

L’aquila arpia (Harpia harpyja)
L’aquila arpia (Harpia harpyja)

Questo è il nome di un uccello rapace che raggiunge i due metri di larghezza con le ali aperte e quasi sei chili, considerato oggi il più grande uccello predatore. La testa è coronata da una caratteristica cresta grigia che può essere sollevata a piacimento.

Il suo nome deriva dalle arpie, che nella mitologia greca erano dei mostri volanti con il viso di donna e gli artigli affilati.

Vive nelle fitte foreste tropicali del Sud America (dal Messico ai paesi più a sud) nelle quali si muove con sorprendente agilità. Le ali corte e rotonde e la lunga coda consentono infatti all’aquila arpia di muoversi e cacciare all’interno della giungla.

Caccia scimmie, bradipi e altre prede tra le cime degli alberi, con una tale capacità di sorprendere le proprie prede che ha ricevuto il soprannome di “aquila invisibile”.

Animali con nomi della mitologia: L’atlante o farfalla cobra (Attacus atlas)

L’atlante o farfalla cobra (Attacus atlas)
L’atlante o farfalla cobra (Attacus atlas)

Attacus atlas è il nome scientifico della farfalla atlante, una colossale falena originaria delle giungle della Malesia che può misurare circa 30 centimetri di larghezza per circa 25 di lunghezza.

Il suo volo è particolarmente sorprendente, dal momento che il peso è una grande difficoltà quando si tratta di rimanere in aria, quindi in generale prevede di sfruttare le correnti del vento. Il suo nome, Attacus, ha origini cantonesi e significa “testa di serpente”, in riferimento alla forma delle sue ali.

L’epiteto Atlante si riferisce al grande titano della mitologia greca che fu costretto da Zeus a sostenere sulle spalle la volta celeste.

Animali con nomi della mitologia: Il basilisco piumato (Plumifrons al basilisco)

Animali con nomi della mitologia: Il basilisco piumato (Plumifrons al basilisco)
Animali con nomi della mitologia: Il basilisco piumato (Plumifrons al basilisco)

Conosciuto anche come basilisco verde, è una lucertola americana (vive fra Messico e Equador) che è in grado di correre sull’acqua conservando una velocità di 2 o 3 metri al secondo (alcune specie raggiungono velocità anche maggiori) per oltre 30 metri per sfuggire ai suoi predatori.

Questa impresa è possibile grazie alle membrane nelle sue gambe che aumentano la superficie di supporto sull’acqua. Il rettile di colore verde smeraldo, può misurare fra gli 80 e i 120 centimetri (nei maschi adulti) e presenta sulla testa e sulla schiena una cresta che gli conferisce l’aspetto di un drago.

Il suo nome deriva da un animale mitologico greco, il basilisco.

Nella mitologia greca è un gallo a quattro zampe con grandi ali spinose e la coda di serpente e con il potere di uccidere o pietrificare con un solo sguardo diretto negli occhi.

Se per Plinio era addirittura il “re dei serpenti”, in natura questo animale, pur non essendo così temibile come quello narrato, ha comunque molte doti. Oltre alla citata capacità di muoversi sulla superficie dell’acqua ha anche buone doti subacquee che gli permettono di cacciare e restare a lungo in immersione.

Animali con nomi della mitologia: L’argonauta (Argonauta argo)

L’argonauta (Argonauta argo)
L’argonauta (Argonauta argo)

L’argonauta è un cefalopode cosmopolita che vive in acque tropicali. La femmina misura 20 centimetri ed è dotata di otto lunghi bracci di cui due molto sviluppati secernono una protezione calcarea molto sottile e traslucida, in cui sono conservate le uova. Nuota in superficie lasciandosi trascinare dal vento. Questo animale rappresenta un chiaro esempio di dimorfismo sessuale essendo il maschio fino a 20 volte più piccolo.

Forse il fatto che segue rotte sconosciute ha ispirato il suo nome, Argonauta, riporta agli eroi della mitologia greca che viaggiarono sulla nave Argos alla ricerca del vello d’oro.

Animali con nomi della mitologia: Aphyosemion hera

Animali con nomi della mitologia: Aphyosemion hera
Animali con nomi della mitologia: Aphyosemion hera

Il pesce Aphyosemion hera è una piccola cipronodontiform africana scoperta nel 1998 e ha un colore molto vario e sorprendente. I pesci di questa specie sono conosciuti e apprezzati in acquariofilia.
La moglie e la sorella di Zeus, nell’Olimpo Hera, da cui il pesce prende il nome, era conosciuta per la sua gelosia con le amanti mortali del marito, che sia un carattere anche del pesce?

Animali con nomi della mitologia: La civetta (Athene noctua)

Animali con nomi della mitologia: La civetta (Athene noctua)
Animali con nomi della mitologia: La civetta (Athene noctua)

La civetta comune è un piccolo gufo la cui grandezza raggiunge a malapena i 22 centimetri e un’apertura alare di circa 50 centimetri. Uccello notturno per eccellenza, è diffuso in gran parte della nostra penisola come in Europa.

Pallade Atena rappresentava la civiltà e la saggezza, ma anche l’arte e questo nonostante fosse anche una dea della guerra.

Era praticamente imbattibile, e nemmeno Ares (dio della guerra) poteva sconfiggerla in battaglia.

Nella mitologia romana era Minerva e uno dei suoi simboli più conoscibili era il gufo di Atena.

Oggi il nome scientifico, Athene, è quello dell’intero genere di rapaci notturni della famiglia degli Strigidae.

Leggi anche: 7 Invenzioni del Medioevo che usiamo ancora oggi. Foto da Wikipedia civetta e altri animali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.