La biografia breve e analisi grafologica di Annamaria Franzoni

Biografia breve di Annamaria Franzoni

Oggi la Annamaria Franzoni è una donna libera.

Condannata nel 2008 a 16 anni per l’omicidio del figlio Samuele di tre anni, avvenuto a Cogne il 30 gennaio 2002, nelle scorse settimane, Annamaria Franzoni, è stata informata dal Tribunale di sorveglianza di Bologna che la sua pena è espiata,

con mesi di anticipo rispetto alle previsioni, potendo usufruire di molti giorni di liberazione anticipata per la buona condotta.

Ricordiamo tutti questa dolorosa vicenda che ha invaso le nostre case, che è stata lungamente sviscerata in tutte le sue fasi, che ha diviso, e divide ancora oggi, l’opinione pubblica tra colpevolisti e innocentisti.

È una storia che forse vogliamo tutti dimenticare, per prima forse proprio Annamaria Franzoni e tutta la sua Famiglia, che le è stata sempre vicina, e che ha sempre avvalorato la tesi della sua estraneità ai fatti.

Come al solito non spetta a noi entrare nel merito della vicenda giudiziaria….

vogliamo con l’aiuto della grafologia parlare della sua scrittura e degli aspetti caratteriali che ne emergono.

Grafologia: analisi grafologica di Annamaria Franzoni

Spesso noi grafologi ci sentiamo domandare se esistono dei segni particolari nella scrittura che possano far pensare di essere di fronte a una mente criminale.

La risposta corretta è che non esiste un segno preciso che riveli una personalità assassina o comunque con tendenze omicide, ma che esistono segnali d’allarme, che meritano i dovuti approfondimenti presso figure professionali in grado di fare una diagnosi psicologica precisa.

Campione di grafia Annamaria Franzoni dopo l'omicidio
Campione di grafia Annamaria Franzoni dopo la morte di Samuele

Se osserviamo la scrittura di Annamaria Franzoni in questo campione relativo a una lettera scritta subito dopo l’omicidio,

dobbiamo affermare che si tratta di un gesto grafico molto ordinato e “normale”,

di una forma curva, chiara e controllata, staccata tra lettere, con “m” e “n” in ghirlanda inanellata e “c” a conchiglia, con iniziali più grandi e ornate nella Firma.

Tutte caratteristiche riferite a un carattere, calmo e ordinato, ben organizzato, quasi pignolo, che instaura relazioni formali e controllate all’insegna del conformismo, con una giusta dose di ambizione.

Un esame più attento però evidenzia altri aspetti che possono essere meritevoli di un approfondimento.

Essi sono il rigo discendente, l’inclinazione rovesciata a sinistra, le finali di lettere brevi e recise e soprattutto l’estrema rigidità del movimento grafico nella progressione verso la destra, che risulta marcatamente controllato a scapito della vivacità, del calore, della flessibilità e della spontaneità.

Queste ultime caratteristiche sono riferite a un soggetto dotato di:

  • intelligenza analitica (staccata tra lettere),
  • desiderio di piacere e di essere al centro dell’attenzione (“m” e n” in ghirlanda inanellata, “c” a conchiglia, iniziali ornate nella firma),
  • marcato autocontrollo, ricerca di perfezione e impeccabilità (forma chiara, piccola, rigidamente ordinata),
  • scarsa spontaneità e diffidenza (rovesciata, finali brevi e recise),
  • buona socievolezza, ma difficoltà a rivelare i propri sentimenti (curva, rovesciata)
  • e una evidente stanchezza psicofisica (rigo discendente).

Possiamo quindi riassumere come la Franzoni riveli attraverso il suo gesto grafico una generale tensione di una donna che fa della perfezione e dell’impeccabilità uno scopo di vita e che non accetta la presenza del difetto o della sfumatura stonata, del dettaglio fuori posto (sembra che Samuele avesse qualche lieve difetto fisico), che possano deturpare, deformare, macchiare l’immagine sociale presente nella sua idilliaca e irreprensibile visione di quotidianità.

Una donna capace di troncare improvvisamente i rapporti con chi non la approvi o che la voglia oltre modo condizionare e che la porta a nascondere le proprie imperfezioni e fragilità.

Atteggiamento tipico di un “io” che non si flette ma che può solo frantumarsi.

Dopo la sovraesposizione mediatica del post- omicidio” poco è dato sapere di lei e della sua famiglia…

Campione di grafia più recente di Annamaria Franzoni
Campione di grafia più recente di Annamaria Franzoni

Un campione di scrittura più recente sembra in effetti mostrare un maggiore equilibrio (rigo meno discendente, qualche trattino delle “t” più deciso e marcato) ma anche una più accentuata diffidenza (maggiore inclinazione a sinistra).

Oggi è una donna libera… le auguriamo di riuscire a trovare, se non dovesse esserci ancora riuscita, la strada per sopravvivere a tutto questo.

Leggi anche: Luca Zingaretti Indagine tra le righe del commissario Montalbano

Foto di Annamaria Franzoni da video

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.