Il Natale, la festa più attesa dell’anno, è da sempre anche un grande momento letterario.
Christmas is coming.
È bello immergersi nell’atmosfera natalizia, nei suoi colori e odori, ascoltando buone parole.
Il profumo delizioso delle castagne arrostite e dei biscotti fatti in casa.

Foto in 5 Favole di Natale di Luca Brunetti
Foto in 5 Favole di Natale di Luca Brunetti

L’odore del muschio bagnato e degli agrumi.
E quei buoni vecchi film come La vita è una cosa meravigliosa, Una poltrona per due e Mary Poppins.

E la lista potrebbe continuare.
Grandi classici che ogni anno a Natale vengono riproposti da tutti le televisioni.

Una volta all’anno invece di storcere il naso e sbuffare, ci piace buttarci sul divano con pop corn caldi fatti in casa, liquirizie lunghe e la coperta di pile.

Perché se il cinismo a volte aiuta nella vita di ogni giorno, a Natale è bello lasciarlo fuori dalla porta di casa, per coccolarsi un po’.

Insomma ci vuole veramente poco a ricreare la magia del Natale.
Camminare in città è come infilarsi in un imbuto di auto, gente nervosa e doveri.

Ma se per la passeggiata fra luci e vetrine si sceglie il momento giusto, tutto quello che incontriamo prende un altro sapore.

Una passeggiata più lunga del solito al Prato.
Un tè caldo e una fetta di torta in un bar del centro.

Un giro sulla giostra con i cavalli oppure un bellissimo pomeriggio in libreria con i figli.
Tutto questo è Natale.

Lo confesso, amo acquistare in libreria.

Foto 5 Favole di Natale
Foto per 5 Favole di Natale di Luca Brunetti

Mi piace tanto fare regali a tema, immaginare i gusti dei miei amici, il libro che potrebbe piacere di più.

Faccio regali solo a chi tengo.
Non mi fisso con quanto debbo spendere, cercando sempre il libro speciale che le persone che amo spero possano gradire.

Scavando nei sogni e nel passato.
Quest’anno ho iniziato con un po’ di anticipo.

Ho già acquistato cinque libri e li ho incartati con cura.

Cinque libri che parlano di Natale.

Eccoli.

Canto di Natale di Charles Dickens, favole di natale
Canto di Natale di Charles Dickens

Dovete sapere che io adoro Charles Dickens.
Ho letto i suoi libri almeno una decina di volte e ogni volta mi sono piaciuti di più.
Canto di Natale è una grande storia sulla possibilità di cambiare il proprio destino.

Una riflessione sull’equilibrio difficile fra il presente, il passato e il futuro.
Ma soprattutto una favola bellissima, una delle più commoventi che siano mai state scritte.
Protagonista è il vecchio e tirchio Scrooge che nella notte di Natale viene visitato da tre spettri che lo spingeranno a cambiare vita.

Con le illustrazioni di P.J. Lynch questo straordinario libro ci fa immergere nello spirito del Natale, ci riporta all’infanzia, ci ricorda che cosa è buono, rassicurante e veramente prezioso.

Rover salva il Natale, favole di natale
Rover salva il Natale di Roddy Doyle

Rover salva il Natale è una bellissima storia per bambini scritta dall’irlandese Roddy Doyle.

Protagonista ancora lui, Rover, il cane fornitore di cacca ne “Il trattamento Ridarelli”che prende il posto di Rudolph, la renna più veloce di tutte che si è messa in sciopero.

Proprio Rudolph, la più forte e più veloce, che sa orientarsi a occhi chiusi tra le stelle, la renna più esperta negli atterraggi sui tetti, che canta volando da un paese all’altro.

La consegna dei regali è seriamente in pericolo.
Ma è una notte speciale, piena zeppa di sorprese.

Una notte magica e piena di risate, che solo il genio di Roddy Doyle poteva creare.

Un giocattolo per Natale è una delle più belle storie natalizie di Gianni Rodari.

Un giocattolo per Natale di Gianni Rodari, Favole di Natale
Un giocattolo per Natale di Gianni Rodari

L’ho acquistata nella edizione illustrata da Elisa Macellari.

In una gelida serata di dicembre, un signore infreddolito cammina per le strade in cerca dei regali da mettere sotto l’albero di Natale.

Quali saranno i giocattoli che piacciono ai bambini di oggi?

Un racconto tratto dal “Il gioco dei quattro cantoni” che mantiene una freschezza e una aderenza alla contemporaneità sorprendenti, pur facendo riferimento a un’epoca in cui i giocattoli più attesi dai bambini erano ben diversi da quelli di oggi.

La vittoria della fantasia sull’ovvietà e la monotonia della vita quotidiana.

Pagine che si svelano con un senso di meraviglia e con un calore che riempono il cuore.

La favola di Natale di Giovanni Guareschi è invece una fusione perfetta tra reale e fantastico.

La favola di Natale di Giovanni Guareschi, Favole di Natale
La favola di Natale di Giovanni Guareschi

Una poesia misurata, commovente ma lontana dal sentimentalismo.
Una favola piena di ironia e di speranza.

Una favola nata in un campo di concentramento del Nordovest germanico, nel dicembre del 1944.
Le muse che la ispirarono si chiamavano freddo, fame e nostalgia.

Nulla di ciò che è raccontato, pur nel divagare fantasioso e ricco del testo, è casuale.
Ogni cosa e accadimento ha un preciso riferimento alla realtà.

E la denuncia sociale Guareschi la ottiene alternando nel testo momenti di malinconia e tristezza a momenti di puro umorismo e satira.

Una fiaba di Natale certamente diversa dal solito, velata di tristezza e ombre ma reale specchio di un calvario umano che tanto somiglia a quello divino.

Una fiaba di Natale che scalda il cuore.

Il dono di Cecilia Ahern è un libro meravigliosamente semplice.

Il dono di Cecilia Aher, Favole di Natale
Il dono di Cecilia Aher

Donare sé stessi agli altri, donare il proprio tempo, donare l’amore che si porta nel cuore, soprattutto a quelle persone che ci stanno attorno, che ci vogliono bene, è la cosa più bella del mondo.

Lou Suffern è un uomo in carriera, in guerra perenne con l’orologio.

Per lui svegliarsi la mattina vuol dire passare direttamente dal sonno al lavoro.

Nella sua agenda non ci sono spazi vuoti, nemmeno per i suoi bambini, che pure amano di un amore testardo quel papà che non c’è mai.

Finché, a pochi giorni dal Natale, ogni cosa cambia.
A compiere l’incantesimo è un incontro, inatteso come sanno essere a volte le cose più belle.

Una favola romantica, emozionante e piena di sorprese.
Un regalo di Natale inaspettato e perfetto.

Una scrittura piacevole, da godere appieno, mai pesante o scontata, semplicemente favolosa.

Una storia per sorridere, commuoversi, stare insieme e festeggiare il Natale con le persone che amiamo.

“S’io fossi il mago del Natale farei spuntare un albero di Natale in ogni casa, in ogni appartamento dalle piastrelle del pavimento” scrive Gianni Rodari.

Uno dei momenti più magici dell’anno è già iniziato.

È un’occasione per stare in famiglia e per godersi il tempo libero.
E perché no per leggere un buon libro, magari seduti in poltrona davanti al fuoco con una tazza di cioccolata calda.

Credo sia uno dei modi più belli per festeggiare e onorare il Natale.

Leggi anche: Vanni Oddera, Un salto verso il sole, l’amore per gli altri rende felici

Foto Articolo Luca Brunetti, Foto copertine libri delle case editrici.

Foto copertina articolo 5 Favole di Natale Canto di Natale di Charles Dickens illustrazioni di John Leech elaborazione Roberto Roverselli per CaffèBook.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.