Fintan Magee street artist australiano

L’artista Fintan Magee è nato in Australia nel 1985 a Lismore, ed è stato uno di quei bambini creativi che amavano disegnare sui muri.

Ma, a differenza di molti, i suoi genitori lo hanno sempre sostenuto in questa inclinazione artistica, e dal 2007 si dedica a tempo pieno ai suoi murales figurativi che lo hanno reso uno dei più noti rappresentanti della street art del mondo.

Fintan Magee un muralesFintan Magee, l’arte per riflettere sulla società

Lo street artist tocca spesso nelle sue opere questioni importanti come ad esempio i cambiamenti climatici o la crisi dei rifugiati.

È interessato a veicolare temi ed argomenti d’attualità per incoraggiare alla riflessione utilizzando uno stile figurativo che molto efficacemente coinvolge l’attenzione dell’osservatore esaltato dalle grandi dimensioni dei suoi murales.

Fintan MageeBiografia di Fintan Magee, quando l’arte gira il mondo

Ha alle spalle un’infanzia nella periferia di Brisbane in Australia dove ha studiato Belle Arti all’Università di Griffith.

Si è laureato nel 2009 interessandosi a diverse aree dell’arte, dalla pittura ad olio su tele convenzionali alla street art.

Fintan Magee ha partecipato a numerosi festival d’arte pubblica in Australia, così come in molti paesi in tutto il mondo.

Nel 2015 dichiarava in un’intervista:

Il mio compito è esplorare la perdita, la memoria e mostrare come nell’ambiente si può creare una nuova realtà alla quale siamo abituati.

Nonostante sia molto giovane ha già realizzato progetti a Sydney, Melbourne, Londra, Atlanta, Bogotà, Buenos Aires, Puerto Rico, Vienna, Istanbul, New York, Dublino, Los Angeles, Miami, Mosca e in Italia ha realizzato dei murales a Roma e ad Acquapendente, dimostrando così che nella street art il continente australiano è una continua ricca fonte di talento se pensiamo anche ad Adnate e a Rone.

Fintan Magee murales di Aquapendente - Between two wordsA Roma, dove si trovava per la mostra personale nella Galleria Varsi dal titolo “The Backwaters. Stories from the Endless Suburbia”, e per realizzare un murale nel quartiere romano di Torrevecchia ha dichiarato:

Amo dipingere per strada, perché l’arte si integra con la quotidianità stimolando la gente ad avere un parere sull’arte”.

Dipingendo il murale “The Road KillFintan Magee a Roma ha anche raccontato che parte sempre da una sua esperienza personale per descrivere temi più ampli come quelli ambientali, trattato nella realizzazione nella città capitolina.

Fintan Magee murales di RomaIn “The Road Kill”, il suo ricordo è legato al fatto che alcuni suoi amici avevano investito un cervo, animale che rappresenta in Australia un problema per alcuni ecosistemi.

All’epoca Fintan non sapeva neppure dell’esistenza di cervi in Australia e il fatto che venissero considerati animali da abbattere perché dannosi lo resero molto triste.

Con il murales di Roma Fintan Magee ha voluto puntare l’obbiettivo sulla complessità che richiede in realtà la decisione di abbattere degli animali pur considerati dannosi per un certo ecosistema.

Fintan Magee mescola motivi surreali e figurativi nei suoi dipinti integrandoli con l’ambiente urbano nel quale li realizza.

Nell’artista australiano c’è una esplorazione molto ampia per argomenti e spesso si incrociano più temi nello stesso lavoro.

Fintan Magee murales street artCosì le sue opere trattano del rifiuto, del consumo globale, della perdita di sentimenti e della memoria.

Mentre le immagini sono morbide e surreali e richiamano la narrativa per bambini gli angoli dove vengono dipinte sono spesso i luoghi più abbandonati e degradati delle città.

fintan magee street art BorasIn un’altra intervista, alcuni mesi dopo, Fintan Magee raccontava:

I miei ricordi di infanzia e esperienze personali ispirano il mio lavoro, però mi piace anche relazionare quell’esperienza personale con questioni sociali più ampie, come il cambiamento climatico o la lotta di classe.

In alcune opere sento che sto raccontando storie che ancora non capisco completamente, il che porta con sé un elemento subliminale o caotico “.

Per preparare la sua opera, l’artista cerca ispirazione dal luogo, dalla superficie sulla quale sta per dipingere e, come un giornalista sul campo, scatta foto, discute con gli abitanti, raccoglie informazioni che alimenteranno la sua storia.

fintan magee murales street artDopo tutto diventa un misto di realismo e fantasia poetico-sociale i cui i personaggi a volte sono raffigurati in levitazione, come incastonati in una dimensione che gioca su una gravità urbana e umana magica, e in altre sono ritratti con un carico pesante ed inconsueto sulle spalle.

Forse, per Fintan Magee la street art rappresenta proprio questo: un immagine surreale che incanta, strappa dai pensieri abituali e ci fa prendere coscienza di quel che ci circonda.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here