Il "caffè" è nella nostra cultura non solo quella alimentare, ma anche quella che descriveremmo come più nobile perché menzionata nelle enciclopedie e perché incastonata nella storia. Attorno a questa pianta sono nate leggende che risalgono alla “notte dei tempi” e, per il consumo della bevanda, sono nati locali, a volte dei caffè diventati storici nei quali si parlava di letteratura, di arte e di idee. Il Caffè e tutti i suoi aspetti Voltaire e Rousseau, Robespierre e Marat in Francia; Lorca e Dalí in Spagna; Wagner, Liszt, Bizet, Stendhal, Lord Byron in Italia: questi sono solo alcuni dei nomi che davanti ad un caffè e in quei locali, parlavano... La Coffea arabica, il caffè, proviene dall’Etiopia e, attraversando deserti e oceani, ora è ovunque nel mondo... Ma la tradizione non è forse cultura? E il teatro non è forse arte? E il caffè non è presente in entrambi? Offrire un caffè al resto del mondo, un caffè sospeso è tradizione e parte da quella di Napoli e miscelare e versare con sapienza aromi come in un caffè turco... Ed Eduardo de Filippo che racconta il colore perfetto del caffè… e consumare, a volte purtroppo frettolosamente, in una pausa caffè un’espresso, non è nelle nostre abitudini… abitudini di oggi e tradizioni di domani... Per questo uno spazio dedicato al Caffè, nel senso più ampio del termine. Dai suoi aspetti biologici e naturali a quelli culinari per non dimenticare quelli… biografici con la storia, l’arte e la cultura alle quali in un qualsiasi modo è legato. Parlare di quanto può far bene questa bevanda alla mente e allo spirito, certo non può farci dimenticare che comunque è un alimento e che come tale può essere in molti modi cucinato e provato. Il caffè è anche una pianta, con delle proprietà e delle virtù benefiche e certamente con delle controindicazioni. Attorno al caffè poi, è evidente, si muovono interessi quindi risvolti ci sono importanti problemi sociali ed economici, a volte fonte di duri contrasti e altre con gesti di solidarietà e di partecipazione che fanno ben sperare. Quindi adesso, non rimane che gustarci un buon caffè, magari leggendo e curiosando dentro CaffèBook...

Il Caffè verde: tutti i benefici, le proprietà, le controindicazioni, l’infuso e come si assume

Le proprietà vere ed effetti

Al caffè verde (green coffee) sono state attribuite notevoli proprietà benefiche fra le quali di essere un rimedio naturale molto efficace per dimagrire, ma cosa c’è di vero?

Parliamo dei chicchi di caffè crudi, non ancora tostati, e che quindi conservano tutte le proprietà naturali.

In coda all’articolo anche un breve video sulla raccolta del caffè: è divertente ed interessante perchè mostra le prime fasi della raccolta. 

Cos’è il Caffè verde:

È il chicco crudo che non segue la produzione del caffè tradizionale e non viene  sottoposto a tostatura e torrefazione, ma lasciato asciugare al sole.

Questo è anche l’originale uso dei semi della pianta di coffea prima di introdurre la tostatura nel processo di lavorazione che non solo ne cambia il colore ma, naturalmente, conferisce proprietà differenti dal caffè verde come la quantità di caffeina, ad esempio.

Per il consumo si impiegano un po’ tutte le specie: l’arabica, la robusta e l’excelsia, ma anche altre meno utilizzate per il caffè tradizionale.

È quindi il caffè crudo, e per questo mantiene il verde intenso naturale, che solo recentemente ha visto aumentare la sua fama soprattutto legata alle presunti effetti dimagranti.

Come bevanda ha un aroma molto intenso e un sapore leggermente amaro, un gusto “eccentrico” che sta conquistando molti estimatori.

Caffè verde l’effetto dimagrante:

 

Caffè verde per dimagrire

Caffè verde per dimagrire: bufala o proprietà vere? Su CaffèBook (caffebook .it).

I benefici del caffè verde:

  • aiuta il corpo a neutralizzare i radicali liberi [1]
  • abbassa la pressione sanguigna[2]
  • riequilibria la glicemia nel sangue[3]
  • accelerare il metabolismo[4]
  • agisce contro alcune infiammazioni[5]
  • migliora le difese immunitarie[6]
  • migliora la concentrazione mentale
  • migliora la resistenza fisica

 

I chicchi verdi della coffea (Green Coffee) in tisana possono essere assunti anche giornalmente, come un tradizionale caffè e portano all’organismo vari benefici, essendo efficaci sotto vari aspetti.

Il più pubblicizzato è senza dubbio l’effetto dimagrante. L’azione sul metabolismo dei grassi svolta dal caffè verde è dovuta alle metilxantine contenute ed in particolare alla caffeina.

Queste sostanze producono un effetto lipolitico che tende a liberare il tessuto adiposo dagli acidi grassi immettendo nuovamente in circolo.

Se però le cellule non li metabolizzano vengono captati dal fegato che li ritrasforma in trigliceridi e trasporta nuovamente agli adipociti annullando l’azione iniziale.

La caffeina produce anche un altro effetto importante:

libera le catecolamine come l’adrenalina e la noradrenalina.

Le catecolamine facilitano la lipolisi e l’attivano alcuni meccanismi fisiologici facilmente riscontrabili anche dalla nostra esperienza come l’aumento delle pulsazioni cardiache (con l’aumento del flusso coronarico).

Facilitano, inoltre, una maggior attività muscolare e una sensibile stimolazione nervosa.

Questo provocherebbe, quindi, un aumento del consumo di energia.

Arriviamo alla fine all’acido clorogenico la cui azione sul metabolismo degli zuccheri a livello epatico e livello intestinale ne ridurrebbe l’assorbimento.

Il caffè verde per dimagrire e l’acido clorogenico:

L’Autorità Europea per la sicurezza alimentare (Efsa) non ha trovato correlazione diretta tra acido clorogenico e la perdita di peso come effetto indipendente da altri fattori.

Proporre il caffè verde per dimagrire basandosi sul solo effetto lipolitico della caffeina è un inganno oltre che una bufala pubblicitaria.

L’effetto dimagrante del caffè verde si rivela utile solo abbinandoci un’adeguata attività fisica e un regime calorico e alimentare equilibrato e corretto,

mentre l’azione ipoglicemizzante dell’acido clorogenico non è valutabile perché cambia da persona a persona.

In sostanza quando promettono prodotti miracolosi per dimagire si deve sempre diffidare, così come per le diete che possono non solo essere delle bufale ma anche pericolose.

Il caffè verde è un prodotto naturale con molti benefici, ma anche con delle controindicazioni che andremo ora a scoprire.

Le proprietà benefiche del caffè verde crudo:

Sali minerali, vitamine e polifenoli sono le sostanze nutritive più rilevanti presenti nei chicchi di caffe verde crudo.

  • I Polifenoli, la cui azione contro i radicali liberi è nota, sono presenti come acido tannico e l’acido ferulico che rallentano l’invecchiamento cellulare e agiscono contro le infiammazioni [7].
  • Gli omega 3 e gli omega 6 la cui equilibrata presenza è utile per diminuire lo stress, fare prevenzione delle malattie cardiovascolari e della pelle e tenere sotto controllo la pressione sanguigna [8, 9].
  • Vitamine del gruppo B che migliorano le difese immunitarie[10,].
    Acido clorogenico che una volta metabolizzato diventa acido caffeico che diminuisce il rischio di insorgenza di alcuni tumori e patologie [11, 12].

Diminuendo la presenza di zuccheri nel sangue, il caffè verde, è consigliato per contrastare il diabete di tipo 2 [13]

Le differenze fra il caffè verde crudo e il caffè tradizionale tostato

La differenza principale la troviamo subito nella caffeina che è presente in minor quantità e per altro legata all’acido clorogenico .

L’abbinamento con l’acido clorogenico, un potente antiossidante (a), porta ad un assorbimento più lento e una permanenza più lunga che evita i picchi ematici e rende l’affetto stimolante più lungo.

Anche l’acidità viene modificata con la tostatura facendo passare il pH quasi neutro del caffè verde (circa di 5) a quello più acido del caffè tradizionale (3 -3,5).

Quindi meglio il caffè verde crudo o il caffè tradizionale tostato? Il caffè verde ha maggiore più evidenti qualità benefiche, poi il gusto è un’altra cosa, ma anche viziarci un po’, a volte fa bene alla salute.

Caffè verde, dove possiamo comprarlo:

Il caffè verde si trova in erboristeria, nei negozi di prodotti biologici, nei negozi on line, in alcune farmacie e supermercati. È disponibile in diversi formati.

Caffè verde, come si assume:

Esiste in compresse ma è certamente più piacevole gustarlo come un normale caffè preparandolo con la moka quando l’abbiamo acquistato in grani, in polvere o in cialde se usiamo le apposite macchine.

Lo possiamo trovare sia in bustine solubili sia nelle capsule, ma usandolo in chicchi è più facile controllarne la qualità e assicurarci di una maggior genuinità.

L’infuso di caffè verde:

Un piacevole modo di consumarlo è in infusione.

Per preparare l’infuso dovete aver acquistato i semi verdi preferibilmente di arabica.
Per una tazzina ne basterà un cucchiaino dei chicchi già in polvere e poi dovrete:

  • pestare in un mortaio i semi e ridurli in polvere
  • portare l’acqua a circa 80 °C
  • immergere la polvere
  • lasciare in infusione dai 8 ai 10 minuti tenendo coperto il recipiente
  • filtrare e bere la bevanda

Se prendete il caffè verde già pronto in una bustina filtro la dovete porre semplicemente in una tazza e versare acqua bollente.

Per l’infusione attendete dai 4 ai 6 minuti avendo cura di coprire il contenitore per non disperdere le sostanze volatili.

Come riconoscere un buon caffè verde crudo

Prima di tutto all’occhio deve presentarsi integro e senza la presenza di muffe.

I chicchi verdi devono avere una colorazione uniforme lucida e asciutta, devono essere molto difficili da schiacciare e non avere odori particolari
Se li immergiamo nell’acqua fredda questa si deve colorare leggermente altrimenti potrebbe essere stati colorati artificialmente.

Le controindicazioni del caffè verde:

Caffè verde: lasciato asciugare

CaffèBook (caffebook .it)

Ci sono anche delle controindicazioni e delle attenzioni da prestare nel consumo del caffè verde.

Per la presenza di caffeina sia il caffè verde sia quello tostato vanno assunti con moderazione

è sconsigliata l’assunzione:

nei bambini e nelle donne in gravidanza.

Poi anche chi soffre

  • di esofagite e reflusso gastroesofageo[14]
  • di anemia (per riduzione dell’assorbimento di vit. B12 e ferro)
  • di osteoporosi (per riduzione dell’assorbimento del calcio)[15]
  • di ipertensione[16]
  • di tachicardia, aritmia e problemi cardiaci in genere[17]
  • di insonnia[18]

Inoltre, l’acido clorogenico può causare lieve effetto lassativo e diarrea[19].

È stata riscontrata, in alcune persone anche l’allergia ai chicchi di caffè verde. Ad esempio alcuni operai che lavoravano con il caffè lamentarono i sintomi di problemi respiratori caratteristici dell’asma. [20]È in fase di valutazione la presenza di allergeni nel caffè verde, le persone che ne hanno riscontrato i sintomi dovrebbero evitarne il consumo. [21]. 

È bene berci una bevanda di caffè verde stando attenti a non aver assunto altri principi attivi che, se combinati, il nostro corpo potrebbe non tollerare bene.

Può interessarti anche I Caffè storici che hanno cambiato la cultura in Europa

Fonti foto Pixabay

Un video sulla raccolta del caffè: accompagnati dalla musica potremo vedere in pochi minuti le prime fasi della raccolta

Articolo Caffè verde per dimagrire: bufala o proprietà vere? Su CaffèBook (caffebook .it)

{youtube}yxwzDBRg65s{/youtube}

 CaffèBook (caffebook .it)