Barbara Taglioni è nata a Verbania, grafologa professionista, vive e lavora tra Verbania, Messina e Forlì ( sede operativa). Diplomata alla scuola triennale ARIGRAF (Associazione di Ricerca Grafologica) di Roma specializzata in perizia grafologica giudiziaria presso l’ARIGRAF di Milano, è socia ordinaria della Société Francaise de Graphologie. Specializzata in grafologia aziendale, presso AGP (Associazione Grafologi Professionisti) di Bologna e in Educazione e Rieducazione del Gesto Grafico presso AED (Associazione Europea Disgrafie) di Roma. Iscritta AGI Associazione Grafologi Italiani) già ideatrice e redattrice della rivista GRAPHOMANIA, è cotitolare del sito GRAFOLOGHIAMO.IT, autrice di articoli e pubblicazioni su riviste culturali e del settore e organizzatrice di incontri divulgativi su temi inerenti la disciplina della grafologia e del gesto grafico. Barbara Taglioni scrive abitualmente sulla rivista culturale Messinese MOLESKINE. INCHIOSTRI DI CARATTERE – ritratti grafologici di personalità famose – ApostrofoEditore pubblicato nel mese di aprile 2015 è il suo primo libro. Barbara Taglioni, pubblicazione: Inchiostri di carattere. Ritratti grafologici di personalità famose La grafologia è un mezzo privilegiato per lo studio del carattere, lo scopo del libro è condurre il lettore in un viaggio affascinante tra le righe di personaggi famosi per scoprire e interpretare le corrispondenze tra segno grafico e personalità.

Di lei dice Stephen King: “La sua immaginazione dovrebbe essere assicurata presso i Lloyds di Londra per due o tre miliardi di dollari”.

 

Biografia breve di  J.K.Rowling: 

  Joanne Kathleen Rowling, divenuta plurimiliardaria grazie ai romanzi della saga di Harry Potter[1],

nasce il 31 luglio 1965, sotto il segno del Leone e mostra fin da piccola di possedere una fantasia incontenibile che l’aiuterà nelle molte difficoltà che la vita ha in serbo per lei. 

Nel 1990 si trasferisce in Portogallo, dopo il dolore per la morte prematura della madre. Lì conosce un giornalista portoghese, che diverrà in seguito suo marito. Dalla coppia nasce una figlia, Jessica, nel 1993.

Sfortunatamente l’uomo non si rivela il “principe azzurro” e da lì a poco la coppia arriva a un doloroso divorzio.

La Rowling ne esce pesantemente segnata e vive un periodo di profonda depressione. Questa condizione si rivelerà nel tempo propedeutica, quasi un potente motore creativo che la proietterà verso nuovi orizzonti.

Lei stessa ha affermato di aver scritto il primo romanzo per cercare di uscire dalla crisi, per avere una sfida da portare a termine, senza la quale temeva di non farcela.

Dopo il divorzio la scrittrice si trasferisce ad Edimburgo dove termina la stesura del suo primo romanzo “Harry Potter e la pietra filosofale”.

Con i soldi incassati smette di insegnare e si dedica esclusivamente alla stesura di altre opere.

Il successo della scrittrice è stato enorme e ha provocato un vero e proprio fiume di inchiostro su di lei, nel quale, com’era inevitabile, sono apparse anche alcune critiche.

Rimane il fatto che i libri di Harry Potter esprimono un mondo totalmente nuovo, sono impregnati di grande fantasia.

Sono così meravigliosamente ispirati e rivelano una qualità che nella letteratura per l’infanzia non si vedeva da tempo immemorabile.

Analisi grafologica di J.K.Rowling: 

  Ci troviamo di fronte ad un equilibrio armonico di Spazio, Forma, Movimento e Tratto raramente riscontrabile.

Certamente se leggiamo la biografia di questa donna possiamo capire quanto sia frutto di una conquista raggiunta attraverso le esperienze di una vita non sempre facile.

Possiamo definirla con un termine morettiano (Girolamo Moretti – grafologo) una scrittura “disuguale metodica”, una caratteristica molto positiva dal punto di vista intellettivo e caratteriale.

Denota una mente vivace, rapida, dotata di grande intuizione e creatività (buchi tra lettere, forme personalizzate).

Il gesto grafico si allarga, quasi si sdraia sul rigo, e genera aperture verso l’alto che esprimono estroversione e curiosità.

Potrebbe interessarti:La grafologia: scoprire il carattere tra le righe di una scrittura

Il movimento scorrevole fa pensare ad un carattere fiducioso e capace di reagire agli avvenimenti ammortizzando lo stress.

Una donna intelligente e abile nel raggiungere i propri scopi che sa scegliere le opportunità che si presentano e sa evitare ciò che potrebbe risultare ostacolante.

La leggera fluttuazione sulla verticale del gesto esprime sensibilità all’ambiente unita alla capacità di entrare facilmente in sintonia con esso per trovare il dovuto consenso, per sfuggire ad un celato e antico sentimento di inadeguatezza e incertezza che a volte riaffiora.

 Articolo:J.K.Rowling: intelligenza, fantasia e dolore. CaffèBook (caffebook .it)

(foto wikipedia.org)