L’omocisteina e i contraccettivi

Quello dell’omocisteina è un parametro ematico che si rileva con un semplice prelievo di sangue prescritto da un medico.L’omocisteina e i contraccettivi

È molto importante fare chiarezza sull’argomento proprio perché solo quando si arriva ad una visita cardiologica specialistica tale analisi viene richiesta, invece è un’indagine molto importante che tutti noi dovremmo eseguire per valutare lo stato di salute generale dell’organismo.

Solitamente l’indagine è richiesta ai pazienti che hanno sofferto di malattie cardiovascolari o che, per stile di vita, età e sesso, hanno un elevato rischio cardiocircolatorio generale.

L’esame per la rilevazione della concentrazione di omocisteina nel sangue può essere prescritto anche dal ginecologo per verificare l’adeguatezza dell’uso della pillola anticoncezionale nelle donne che ne fanno richiesta o per trattamento di problematiche relative al ciclo mestruale.

Per tenere sotto controllo l’omocisteina è molto importante adottare un corretto stile alimentare, specifico e mirato a ridurre i livelli di tale valore.

La migliore e più efficace dieta deve privilegiare la frutta fresca, le verdure crude e di stagione, ricche di vitamine del gruppo B e di acido folico, quindi vegetali a foglia verde, legumi, pesce, carne bianca, cereali integrali (riso, farro, orzo, avena, segale, grano saraceno, quinoa, miglio e amaranto), uova, molluschi, avocado e fegato.

È importantissimo prestare attenzione al frazionamento dei pasti durante la giornata per mantenere un apporto adeguato di vitamine durante la giornata, ma soprattutto bisogna tenere sotto controllo gli sbalzi glicemici consumando prodotti freschi e in forma integrale, naturalmente più ricchi di vitamine e minerali che vanno persi durante i processi industriali di raffinazione.

Inoltre, il consumo di frutta a guscio, in quantitativi ben calibrati in base alle necessità del singolo paziente, è un buon metodo per tenere sotto controllo la fame e può contribuire ad un giusto apporto di acidi grassi. In particolare le noci hanno un miglior apporto di grassi omega 3 con azione antinfiammatoria.

La somministrazione di ormoni a scopo anticoncezionale è usato da molti anni e le formulazioni di tale farmaco sono diverse, è per questo motivo che l’uso della pillola anticoncezionale è controindicato in caso di abitudine al fumo, storia familiare di malattie tromboemboliche, obesità, ipertensione arteriosa, diabete mellito, ipercolesterolemia, pressione alta, varici, patologie cardiache.

L’omocisteina è un intermedio del metabolismo della metionina, uno degli amminoacidi essenziali che assumiamo con la nostra alimentazione quotidiana.

La metionina viene convertita in omocisteina, che a sua volta potrà essere convertita in cisteina, grazie all’intervento della vitamina B6, o nuovamente in metionina in una reazione in cui intervengono anche l’acido folico conosciuto anche come vitamina B9 e la vitamina B12.

Attraverso la somministrazione di questi ultime sostanze, sottoforma di integratori in forma attiva e mediante un’alimentazione corretta e specifica, nella maggior parte dei pazienti, il valore alterato dell’omocisteina può essere riportato nei range di normalità in breve tempo.

Tengo a sottolineare l’importanza di un integratore che contenga le vitamine in forma attiva così da scongiurare un eventuale malassorbimento delle stesse.

Seguire dei regimi alimentari o delle diete improvvisate è sconsigliato in ogni soggetto, in particolare in persone che soffrono di iperomocistinemia perché ciò potrebbe causare un minor apporto di vitamine che sono coinvolte nel metabolismo di tale sostanza e arrecare maggiore danno al soggetto stesso.

Avvalersi della consulenza di un professionista della nutrizione come un biologo nutrizionista, dietologo o dietista è molto importante per avere un’idea più chiara sugli alimenti che possono fornire beneficio al nostro organismo, imparare a distribuirli ed associarli nell’arco della giornata, ma soprattutto imparare a scegliere l’alimentazione specifica per ognuno di noi .

L’omocisteina e i contraccettivi 1Riportando l’attenzione all’utilizzo della pillola anticoncezionale, considerata come un trattamento ben tollerato nella maggioranza dei casi, i più comuni effetti avversi riscontrati, sono di lieve entità ma più rari e gravi possono essere quelli che possono ripercuotersi sull’appartato cardiovascolare, collegati soprattutto alla concentrazione dell’ormone (estrogeno) contenuto nel contraccettivo, all’età della paziente, alla sua storia clinica e familiare.

Specifici esami del sangue sono davvero molto importanti per l’eligibilità della paziente all’assunzione dell’anticoncezionale.

Tra gli esami di laboratorio c’è proprio l’omocisteina che, se risulta alta, è una controindicazione all’assunzione della pillola.

È comunque importante l’opinione del ginecologo, anche in caso di omocisteina alta, valuterà il reale rischio per la salute del paziente.

Potrebbe interessarti anche:

Il caffè di cicoria, una bevanda dalle molte virtù

Il caffè di cicoria, una bevanda dalle molte virtù

 Il caffè di cicoria è privo di caffeina, una bevanda che ha molti benefici e virtù, ma anche alcune controindicazioni. Oggi a causa di...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.