Oggi parliamo del polpo (Octopus vulgaris).

Il polpo vive in zone rocciose del mare ad una profondità di circa 200 m, il suo cibo preferito sono carcasse, granchi o crostacei in genere ed altri pesci.
La sua caratteristica è di avere otto braccia e tre cuori!

Sì tre cuori, uno è responsabile per il pompaggio di sangue ossigenato al corpo, gli altri due portano sangue senza ossigeno alle branchie. I cuori sono alloggiati in quello che potrebbe essere descritto come la sua testa.
Il motivo per cui è dotato di tre cuori, è dovuto alla sua grande attività fisica nuotatore instancabile e predatore in costante movimento.
Infatti il polpo è un animale molto intelligente, il più intelligente tra i molluschi proprio per le sue capacità di procurarsi il cibo, ma è anche molto abile dal difendersi dal nemico.

Un‘altra caratteristica del polpo è il suo sangue bluastro e non rosso.

La ragione per il colore del suo sangue è dovuta al fatto che il polpo non utilizza l’emoglobina per trasportare ossigeno in tutto il corpo, utilizza invece l’emocianina (simile alla nostra emoglobina ) ma che al posto del ferro contiene rame.
Quando l’emocianina si lega all’ossigeno diventa blu, conferendo al sangue del polpo la tipica colorazione bluastra.
A proposito di “nobiltà” e non solo di sangue ,dal punto di vista nutrizionale le sue carni sono sono ricche di proteine e con un basso contenuto di grassi.

Esistono varie specie e dimensioni, con due file di ventose è chiamato polpo di scoglio.
Il polpo può raggiungere i 6 metri di lunghezza e pesare fino a 70 chili.

I modi di preparazione sono vari:bollito e condito con olio, aglio e prezzemolo, in umido, con le patate…

Il polpo gallego è invece un piatto tradizionale della Galizia, e diffuso comunque in tutta la Spagna.
Si tratta di un piatto di festa presente nei festival, fiere e pellegrinaggi di Galizia e El Bierzo, da qui il nome “a feira“.
Questo piatto viene cucinato solo con olio d’oliva e peperoncino in cima. E per pulirlo e renderlo morbido?
Ci sono varie soluzioni:

– Il polpo va sbattuto su una pietra o con un batticarne; meglio indossare anche un grembiule, se le nostre mamme e nonne lo facevano un motivo ci sarà stato, poi se vogliamo indossiamo anche un paio di guanti da cucina, eliminiamo occhi, becco e interiora, lo rovesciamo e verrà via tutta la pelle.

-Un altro metodo è dopo averlo pulito, riponiamolo nel congelatore il freddo così spezzerà le fibre, rendendolo morbido.

Per cucinarlo basta scongelarlo e procedere alla cottura desiderata.

– Per renderlo morbido si può mettere un tappo di sughero pulito nella pentola insieme al polipo e lasciarlo freddare nella sua acqua di cottura.

Per arricciare i tentacoli ed ottenere un effetto “decorativo” possiamo immergere i tentacoli tenendolo per la testa in acqua bollente , ripetere l’immersione ancora un paio di volte e poi tutto.

Polipo con patate e curry
Polpo con patate e curry

 

 

 

 

 

Possiamo cucinare il polpo anche in pentola a pressione:

 

quando l’acqua bolle immergiamoil polpo e lasciamo cuocere per quindici minuti, spegniamo e lasciamo raffreddare nella sua acqua.

I tempi di cottura sono uguali sia per un polpo fresco che congelato.

Un Kg di polpo 15 minuti circa .

 

Per quanto riguarda la cottura del polpo in una pentola normale per un Kg occorrono 40 minuti.

 

Se invece volete cucinare un polpo alla griglia, va prima lessata in acqua bollente per 15 minuti lasciato freddare, poi lo tagliamo a pezzi e lo possiamo giusto per dare colore sulla griglia.

 

E adesso pronti per la nostra ricetta di Polpo con patate e curry? 

 

Perchè ho scelto il titolo per questa ricettaSeguite la ricetta e lo scoprirete!

 

Polpo con patate e curry, ingredienti per 2 persone:

 

300 gr di polpo tagliato in pezzi va bene anche quello congelato;

due patate medie tagliate a tocchetti;

½ bicchiere di vino bianco secco;

½ di cucchiaino da caffè di curry;

½ cucchiaino di peperoncino piccante in polvere ( va bene anche quello fresco);

½ cucchiaino di sale ;

½ cucchiaino di pepe;

La quantità delle spezie può variare a seconda dei propri gusti 
Olio EVO ;

Per accompagnare il piatto:

 
Pane integrale o ai cereali condito solo con un filo di olio EVO;

Prezzemolo tritato;

Alici marinate.

Preparazione del Polpo con patate e curry:

Iniziamo con la preparazione in una padella capiente mettiamo un filo d’olio, il polpo, le patate, il curry, il peperoncino, sale e pepe.
Lasciamo andaré a fuoco medio incoperchiato per circa 15 minuti.
Trascorso questo tempo versiamo il vino bianco, lasciamo evaporare, incoperchiamo e laciamo cuocere per altri quindici venti minuti circa.
Spegniamo ed intanto andiamo ad accompagnare il piatto con il pane integrale tagliato a fette, alici e prezzemolo tritato.

 

Buon appetito e salute con un buon bicchiere di vino.
Alla prossima!

Il video della preparazione-

{youtube}ZipaI1PyFUs{/youtube}

.