Nel 1989 esce l’album Abbi dubbi che contiene Viva la mamma ed Edoardo Bennato ottiene l’ennesima conferma che il suo rock un po’ nostalgico piace molto.

Non solo Viva la mamma, tutte le canzoni dell’album Abbi Dubbi:

Oltre all’inno alla mamma che piace ascoltare e proporre alla radio per il 12 maggio ci sono altri ottimi brani.

C’è Sogni… quelli che ti camminano accanto / stesso treno stesso scompartimento / sempre solo per sentirti più eroe / nella mente una nuova canzone / Sogni che non ti fanno dormire / sogni che non ti vuoi raccontare / troppo grandi per poterne parlare / troppo dolci per doversi svegliare…

C’è La luna dedicata a quegli anni 60′ che stavano per tramontare lasciando un’ultimo sogno per poi dare spazio a “cose più importanti“.

E poi ci sono: La chitarra, Stasera o mai, Mergellina, Vendo Bagnoli, Ma quale ingenuità, Zen e naturalmente Abbi dubbi.

Ma è Viva la mamma a trascinare l’album di Edoardo Bennato al buon successo di pubblico quell’anno.

Testo Edoardo Bennato Viva la mamma
Testo di Edoardo Bennato Viva la mamma

Edoardo Bennato Viva la mamma testo e immagine

C’è folla tutte le sere
Nei cinema di Bagnoli
Un sogno che è in bianco e nero
Tra poco sarà a colori
L’estate che passa in fretta
L’estate che torna ancora
I giochi messi da parte
Per una chitarra nuova

Viva la mamma
Affezionata a quella gonna un po’ lunga
Così elegantemente anni cinquanta
Sempre così sincera
Viva la mamma
Viva le donne con i piedi per terra
Le sorridenti miss del dopoguerra
Pettinate come lei

Angeli ballano il rock ora
Tu non sei un sogno, tu sei vera
Viva la mamma perché
Se ti parlo di lei non sei gelosa!
Viva la mamma
Affezionata a quella gonna un po’ lunga
Indaffarata sempre e sempre convinta
A volte un po’ severa

Viva la mamma
Viva la favola degli anni cinquanta
Così lontana eppure così moderna
E così magica

Angeli ballano il rock ora
Non è un juke box, è un’orchestra vera
Viva la mamma perché
Se ti parlo di lei non sei gelosa!
Bang bang la sveglia che suona
Bang bang devi andare a scuola
Bang bang soltanto un momento
Per sognare ancora!

Viva la mamma
Affezionata a quella gonna un po’ lunga
Così elegantemente anni cinquanta
Sempre così sincera

Viva la mamma
Viva le regole e le buone maniere
Quelle che non ho mai saputo imparare
Forse per colpa del rock
Forse per colpa del rock, rock
Forse per colpa del
Forse per colpa del rock!

Leggi anche: Gianna di Rino Gaetano testo, video e storia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.