Santa Lucia è il brano conclusivo dell’album Bufalo Bill che Francesco De Gregori, pubblicò nel 1976.

La canzone venne contestato da alcuni critici musicali e da alcuni suoi fan perchè dedicata a una santa. De Gregori rispose raccontando che la canzone era nata da un’espressione di sua madre:

« Mia madre, che è leggermente miope, quando cercava qualcosa e non riusciva a trovarla, quando la trovava diceva “Santa Lucia, santa Lucia, non l’avevo vista”. La canzone è nata così, questa è una canzone per tutti quelli che non vedono. Non capisco perché debbo vergognarmi di aver usato questa mediazione cattolica…Se le critiche sono rivolte solo al fatto che si nomina una santa, non me ne vergogno… Poi si può dire che faccio delle canzoni commissionate dal Papa, nessuno è al di sopra di ogni sospetto. »

Del repertorio di De Gregori, Lucio Dalla riteneva Santa Lucia la canzone più intensa. In seguito alla morte del cantante bolognese, De Gregori, nell’album Vivavoce, renderà omaggio a Dalla chiudendo il brano con le note introduttive di Com’è profondo il mare.

Santa Lucia Francesco De Gregori