La conosciamo tutti. È così conosciuta che milioni di donne, spesso anche uomini, portano il suo nome. Non conosce odio, eppure ha conosciuto il dolore, la fatica, la cattiveria degli uomini sulla sua pelle.

 

È la donna più famosa sulla Terra.

Le hanno dedicato statue e dipinti in ogni angolo del pianeta. Le abili mani che hanno creato i monumenti a lei dedicati hanno nomi quali Leonardo Da Vinci, Michelangelo, Bernini.

I suoi seguaci e i suoi fan hanno un’età compresa fra gli zero e i cento anni.  Migliaia di canzoni la venerano, la lodano. Vive lontano dai riflettori eppure è nominata ogni giorno almeno una volta in qualsiasi parte del mondo.

È un’icona di bellezza eterea, purezza e incondizionato amore materno. Non veste alla moda eppure è sempre trendy. Si distingue per la sua semplicità e il suo volto sempre sorridente, eppure ha sofferto pene indescrivibili.

Grazie a lei milioni di persone si ritrovano in un luogo o in un altro. È riuscita a creare una schiera talmente ampia di follower che nessun concerto o film hanno potuto battere. È terribilmente anziana, eppure non ha bisogno di chirurgia plastica, poiché la bontà che ha nel cuore la mantiene sempre giovane e fresca.

È l’unica donna che non ha rivali nonostante sia una leader nata. Non dirige nazioni ma persino i capi di stato si inchinano davanti a lei. Non regna nessun paese eppure i regnanti si sottopongono al suo giudizio.

Una regina indiscussa seppur senza corona. Una leader senza poltrona ma con poteri infiniti. Una donna modesta di un valore inestimabile. Ha partorito un solo figlio ma è madre di tutti i tempi e di tutti gli uomini.

È la portavoce per eccellenza. A lei si affidano in molti. A lei chiedono ogni genere d’aiuto. Viene venerata senza distinzione di religione.

La amano i cristiani e i musulmani la definiscono “la donna più virtuosa dell’Universo”.

 Compare poche volte nei libri di storia eppure sia la Bibbia, sia il Corano la definiscono “la prescelta fra tutte le donne”.

Su di lei in pochi hanno scritto eppure bisognerebbe spendere due parole per una donna, sottolineiamo, una donna e non un uomo, che ha unito senza distruggere, ha levato i muri d’intolleranza e razzismo senza parlare, semplicemente volgendo il suo sguardo misericordioso sopra di tutti, indistintamente dal colore della pelle, dalla religione, dalla condizione o dalla lingua.

Non parla eppure tutti la comprendono. Piange e il mondo intero si dispera. Mostra il suo volto amorevole e tutti gli uomini e le donne si stringono accanto a lei, indifferenti delle loro diversità.

Maureen Orth, inviata del National Geographic, che ha firmato per Vanity Fair e Vogue, ha scritto di lei. Il National Geographic, perciò,  le ha appena dedicato la copertina descrivendola come la donna più potente della Terra. Non avete ancora capito chi è?

Il suo nome è Maria, in arte Madonna.

No, ferma, non Madonna Louise Veronica Ciccone, la cantante, ma proprio lei, la Donna senza peccato, Maria di Nazareth.