Era il 1947 e in Francia si cominciava a suonare una canzone romantica con la ormai conosciuta voce di Édith Piaf : era La vie en rose.

È probabilmente una delle canzoni più conosciute a livello internazionale in francese, anche più di La Marseillaise.

Simone Berteaut (soprannominata Momone) era una grande amica di Édith Piaf : per alcuni era “l’angelo nero” che le dava la morfina, per altri (come per la cantante) la sorella “adottiva”, che le stava accanto nei suoi momenti più disperati e autodistruttivi.

La vie en rose testo di Édith Piaf: la storia

Simone ha raccontato che, in un viaggio a Madrid, Edith avrebbe parlato della canzone alla sua amica e compositrice Marguerite Monnot.

“Quando penso alle parole, sento anche musica”, le avrebbe detto Édith Piaf.

Édith Piaf, nella sua carriera musicale avrebbe interpretato molte canzoni di Marguerite Monnot (Milord, L’Hymne à l’amour), ma la compositrice in quell’occasione non diede particolare importanza all’idea della cantante.

Édith Piaf non aveva fatto studi musicali e non conosceva la teoria dietro una composizione musicale, così Marguerite la ascoltò, ma non la prese molto sul serio mentre lei le diceva che “le parole sono solo un’aria che mi gira in testa”.

Édith non si arrese, andò avanti alla ricerca di compositori per aiutarla a creare la melodia che accompagnasse il suo testo:

Quando mi prende fra le sue braccia / mi parla a bassa voce / io vedo la vita tutta rosa / lui mi dice parole d’amore / parole di tutti i giorni...”, Piaf cantava per il suo amore, quell’uomo dei suoi sogni che l’amava incondizionatamente, portandola in un mondo rosa.

Il primo passo che fece – come era logico – era di registrare le sue parole davanti alla Società francese degli autori, ma le negarono la richiesta perché non ne faceva parte. Ma non tutto era perduto.

La vie en rose testo di Édith Piaf e di Louis Guglielmi

Contattò allora il compositore Louis Guglielmi (anche conosciuto come Louiguy), che solo ascoltando l’intonazione di Édith Piaf la aiutò a completare la melodia e ad arrangiarla con il testo romantico. Entrambi firmarono la canzone.

La vie en rose di Édith Piaf divenne rapidamente un successo mondiale, un inno all’amore che non mancava mai nelle sue esibizioni dal vivo.

La vie en rose testo di Édith Piaf: altri interpreti

La vie en rose di Édith Piaf venne interpretata anche da molti altri autori e cantanti, a tutti portò molta fortuna musicale.

In inglese è indimenticabile quella di Louis Armstrong When you kiss me, heaven sighs / And though I close my eyes / I see la vie en rose…

Più di recente anche Andrea Bocelli ne ha fatto una splendida interpretazione, ma l’elenco è davvero molto lungo ci sono quelle dell’amica Marlene Dietrich e di Yves Montand (che Édith Piaf aiutò a raggiungere la fama) Charles Aznavour e poi:

Dalida, Petula Clark, Ella Fitzgerald, Jula de Palma, Céline Dion, Lady Gaga, Cyndi Lauper, Madonna, Dean Martin,

“I tre Tenori (Los Tres Tenores, José Carreras, Plácido Domingo e Luciano Pavarotti),

per poi non dimenticare la versione dance di Grace Jones

e quelle italiane di Ornella Vanoni e Bobby Solo.

La vie en rose testo di Édith Piaf

ll testo di La vie en rose di Édith Piaf
La vie en rose testo di Édith Piaf

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here