I libri consigliati dal Caffè, parole per tutti i gusti!

Fra gli autori, il poeta indie Libero Alearno e gli scrittori italiani Alessandro D’Avenia ed Enzo Ciconte.

Come sia nata quest’idea di consigliare libri in un sito che si chiama CaffèBook… è davvero strano… Come scegliamo i libri… voi come scegliete quelli che poi leggete?  Come si scopre un libro? Il consiglio di un amico, un titolo interessante, una bella copertina, una frase detta da qualcuno che stimiamo, una critica sprezzante fatta da chi non stimiamo, un cenno alla TV, un film al cinema…

magari da una citazione o un aforisma dell’autore che incuriosisce?

E il momento in cui lo si legge che importa, è il momento che contiene il libro, il momento che definitivamente e per sempre colloca il libro nell’ambiente vivo di una stanza. (Henry Miller)

E tutti i libri dovrebbero essere letti almeno due volte: la prima, per lasciarsi trasportare dal vento della curiosità e dalla passione, la seconda per approfondirne la conoscenza, meditarne il significato. (Alfredo Martini

Selezione Merida

Sentivo un peso quella sera

Voglio dire, avevo il blues, e nessuno può nascondere il blues
Devi lavarlo via
O finirai per guidare una lenta carrozza verso il nulla
Devi lasciarlo libero di volare
Insomma, devi                           (La macchina da jazz di Richard Matheson)

 

L’espressione è movimento, istinto che prende vita nell’attimo, e non ha fine. ( Libero Alearno

  

Noir (Timecrime)

di Richard Matheson

  

L’arte di essere fragili: Come Leopardi può salvarti la vita di Alessandro D’Avenia

  

La forza del destino di Marco Vichi

 

Nessuno come noi 

di Luca Bianchini

 

 

Terra alla Pioggia di Libero Alearno

 

 

 

Selezione Rio 

Ho capito che i libri non sono mai finiti, che è possibile per alcune storie continuare a scriversi senza il loro autore. (Paul Auster)

Ci vuole un gran fisico per correre dietro ai sogni. (Stefano Benni) 

  

Il ragazzo dei mondi infiniti

di Neil Gaiman

La paranza dei bambini 

di Roberto Saviano

 

Poesie

di John Keats

La compagnia dei Celestini

di Stefano Benni

 

 Il Silmarillion

Il Silmarillion John R. R. Tolkien

 

 

Selezione Jamaican

 L’uomo moderno se è infelice è pessimista. (Fernando Pessoa)

  

 Uova fatali di Michail Afanas’evic Bulgakov

 

Il castello errante di Howl di Diana Wynne Jones

 

La ragazza nella nebbia

Di Donato Carrisi

   

Cuore di tenebra

di Joseph Conrad

 

Red. La trilogia delle gemme di Kerstin Gier

 

 

 

Selezione Port au Prince

 L’educazione dovrebbe cominciare con l’insegnare il valore della non violenza, che ha a che fare poi con tutto: con l’essere vegetariano, col rispettare il mondo, col pensare che questa terra non te l’han data a te, che è di tutti e tu non puoi impunemente metterti a tagliare e fare buchi.

( Tiziano Terzani)

 

Stringimi Adesso

di Dorav L. Anne

  

Ndrangheta

di Enzo Ciconte

Io non mi chiamo Miriam

di Axelsson Majgull 

  

Corto Maltese. Una ballata del mare salato di Hugo Pratt

 

  

Tutto Sherlock Holmes di Sir Arthur Conan Doyle