Skype Caffebook

Scienze e Mestieri

Fabio Volo, verve e leggerezza

Fabio Volo, verve e leggerezza

Attore, scrittore, conduttore radiofonico e televisivo, sceneggiatore, Fabio Volo, il cui vero nome è Fabio Bonetti, nasce in provincia di Bergamo nel 1972 e, dopo la scuola dell'obbligo, odiando lo studio, non si iscrive alle superiori e inizia prestissimo a svolgere numerosi lavori fra cui il panettiere nel negozio del padre. Un periodo spensierato e spesso ricordato negli esilaranti racconti e divagazioni con cui è solito intrattenere il suo pubblico.

 

Fabio Volo, una verve inarrestabile.

   Dotato di una notevole verve e di uno spirito esuberante e un po’ esibizionista, muove i primi passi nel mondo dello spettacolo e ha modo di fare esperienza sia con la dimensione teatrale che con il relativo contatto diretto con il pubblico, ma anche con la pratica dell'improvvisazione, di cui diverrà gran maestro.

Questa è una fase della sua vita artistica che lo porta rapidamente a fare il grande salto. Incontra Claudio Cecchetto, il gran burattinaio della radio e della canzone italiana, geniale scopritore di talenti, a cui si devono i lanci di numerose stelle del panorama nazionale ed è proprio a Radio Capital che Fabio scopre la sua anima da deejay e diviene uno dei personaggi più singolari oggi in circolazione.

Il suo essere inquieto, però, gli impedisce di riposare sugli allori. Cerca altre occasioni, altre possibilità, e il suo successo è un'escalation inarrestabile.  Seguendo l’esempio di tanti altri personaggi famosi, decide di darsi anche alla scrittura. Il suo primo libro "Esco a fare due passi" finisce subito in classifica. Ne seguono molti altri, tutti molto apprezzati dal pubblico. Ha venduto a oggi 7 milioni di copie. Fabio a 43 anni ha sfondato non solo in radio o come scrittore, ma anche in televisione e nel cinema e chissà cosa sarà capace di realizzare ancora con la sua mente vivacissima che sforna idee senza soluzione di continuità

Nel 2011 a New York ha conosciuto Johanna Hauksdottir che lo ha reso padre di due bambini e che sembra averlo cambiato dandogli un punto di riferimento in una nuova prospettiva di vita, una famiglia da cui tornare, un luogo più calmo, almeno sentimentalmente, in cui sostare.

La svagata ironia, l’anima candida, la perplessità leggera che non si sottrae a verità a volte imbarazzanti sono un mix davvero vincente, un “gioco” che paga.

 

La grafia di Fabio Volo

Quella di Fabio è una grafia grande in dimensione, invadente, a volte incompiuta, con le vocali aperte, ascendente, in stampato maiuscolo non privo di personalizzazioni.

   La firma è oscura e esplosiva con un movimento esuberante e effervescente. La letteratura grafologica ci porta a collocare queste caratteristiche nel temperamento “sanguigno” di Ippocrate. Le persone con questa dominanza hanno la tendenza all’espansione, intesa come diffusione, comunicazione, eloquio.

 Sono soggetti dotati di forza e di calore, hanno bisogno di spazio e di movimento, di novità e di rapporti con gli altri. Sono degli entusiasti, a volte anche irruenti, ottimisti e generosi, socievoli e allegri. Sono affettuosi e a volte anche ingenui.

Non sopportano di essere imbrigliati e hanno una scarsa disciplina, poco autocontrollo e una volontà non sempre costante.

Sono tendenzialmente narcisisti ed egocentrici, con tendenza al protagonismo.  Sono piuttosto vanitosi e hanno bisogno di spettatori tra cui brillare. Possono anche risultare un po’ fanfaroni e teatrali e la loro è un’intelligenza vivace ma piuttosto superficiale e dispersiva, che va più in ampiezza che in profondità. Sono dotati di molta fantasia, immaginazione e creatività. Sono capaci di improvvisare soluzioni brillanti. Il loro spirito critico non eccelle e il loro giudizio è spesso soggettivo. Il loro umore è variabile: si arrabbiano, ma dimenticano in fretta e non serbano rancore.

Nelle relazioni sono sensuali e sensoriali, con gusto per la vita, amore per il superfluo e per i beni materiali.

Il temperamento sanguigno è professionalmente predisposto alla comunicazione e alle relazioni pubbliche, dove ha bisogno di realizzarsi insieme agli altri, dove vuole essere valorizzato e riconosciuto, altrimenti tende a mollare nell’impegno. Nella vita ricerca tutto ciò che è spettacolare, speciale, diverso.

 

I libri di Fabio Volo

 

È tutta vita

Il romanzo è un'immersione nella vita quotidiana di una coppia, nell'evoluzione di un amore.

È una vita che ti aspetto

Il percorso di Francesco è quello di molti ragazzi d'oggi, che si accorgono di esistere senza vivere davvero, come se mancasse loro qualcosa, e un giorno decidono che così non va.

 

 

(foto da wikipedia e Barbara Taglioni)


  14  Apr  2016 ,
Barbara Taglioni

Barbara Taglioni

Grafologa, scrittrice eu ultimamente mi sono avvicinata al mondo della fotografia che ho scoperto essere un altro entusiasmante modo di fare arte.

I suoi articoli   Conosci meglio: Gli Autori di CaffèBook

Devi effettuare il login per inviare commenti