Skype Caffebook

Scienze e Mestieri

Il caffè di tarassaco e le sue proprietà

Il caffè di tarassaco e le sue proprietà

Il caffè di tarassaco, oltre all’orzo, alla cicoria, al Yannoh, rappresenta una sana alternativa al caffè ed è una bevanda con molte proprietà interessanti.

Si ottiene dalle radici della pianta ed è privo di caffeina.


Il tarassaco, soffione o piscialetto, appartiene alla famiglia botanica delle Composite e il suo nome latino è Taraxacum officinale Weber S.L.
In greco invece il termine Tarassaco che deriva dall’unione di due parole tarakè che vuol dire turbamento, confusione e da akos che vuol dire rimedio.

E il tarassaco di proprietà medicinali utili per il nostro organismo ne ha da davvero tanti.

Il botánico e farmacista tedesco Tabernaemontanus del 1500, nel suo libro Eicones plantarum seu stirpium, definì il tarassaco una pianta dalle virtù ineguagliabili, ma è stato nel XX secolo che per i benefici che questa pianta apporta è stata definita addirittura una terapia chiamandola appunto tarassacoterapia.

Le radici e le foglie del tarassaco sono ricchi di proprietà medicinali utili soprattutto per regolare le funzionalità epatiche, per la pelle e per combattere i radicali liberi.


Il caffè di tarassaco può essere reperito:

  • on line
  • nelle Erboristerie
  • negozi bio
  • oppure possiamo procedere noi stessi per la raccolta delle radici.

Come si prepara il caffè di tarassaco:

Caffè di tarassaco: le radici con cui si preparaRadici di Tarassaco

CaffèBook (caffebook .it)

Una volta raccolta la pianta più o meno a marzo, separiamo le radici dalle foglie, quest’ultime sono ottime in insalata anche se amare mentre utilizzeremo le prime per la bevanda.

  • le radici vanno selezionate e tenute a bagno
  • con un coltello si tagliano le radici a circa tre centimetri
  • si infornano e si lasciano asciugare ad una temperatura di 100° 120° C per 5 ore fino a quando avranno raggiunto un bel colore dorato scuro.

 

Si possono tostare anche in padella l’importante è come nel forno di scuoterle e fare attenzione a non bruciarle.
·Una volta tostato le radici vanno ridotte in polvere o con il vecchio macinino da caffè della civiltà contadina, oppure con il frullatore. La polvere si può conservare in barattoli di vetro chiusi ermeticamente, tenuti al fresco e lontani da fonti di calore.

La preparazione può avvenire come per il caffè turco, come un the o con la moka:

Per il método turco:

  • si versano 1 o 2 cucchiaini di questa polvere fine in un pentolino con l’acqua,
  • si porta a bollore e si lascia cuocere a fiamma bassa per almeno 10 minuti.
  • Dopo si prende un colino e si filtra in una tazza.

Se si vuol fare un infuso, si mettono tre cucchiaini di polvere in una garza a mo di filtro, e si lascia in infusione in una tazza di acqua bollente per almeno 10-15 minuti.

Se invece si vuol procedere come per l’orzo basta riempire la caldaia di acqua e il filtro sempre a metà.

Come dolcificare il caffè di tarassaco:

Il caffè è amaro in quanto contiene Taraxacina ed altre sostanze tanniche amare come quelle contenute nel sorbo

Se lo si desidera, si può dolcificare con:

  • miele,
  • lo zucchero di canna normale o integrale sempre se però non soffriamo non siamo allergici alle graminacee,
  • latte intero, scremato o vegetale e perchè no con della crema di latte,

Sono da evitare sempre i dolcificanti di sintesi quali aspartame, fruttosio ed altri, meglio lo zucchero di barbabietola.

Parliamo adesso dei tanti benefici del caffè di tarassaco:

I principali benefici sono contenuti nella radice anche se durante i vari passaggi di lavorazione una quantità vanno dispersi.
Il caffè di tarassaco può essere consumato dai diabetici perchè contiene, infatti, inulina, un polisaccaride che non fa aumentare la glicemia ed inoltre da studi in corso sembra che prevenga i tumori.

Altri componenti attivi:

  • Vitamine del gruppo B soprattutto acido folico,
  • vitamina C ed E,
  • Acido linoico, linoleico, caffeico, clorogenico, asparagina,
  • Flavonoidi,
  • Minerali: alto contenuto di potassio,
  • Taxarina e principi amari: Taraxecina e taraxacerina,
  • Aminoacidi: asparagina.

Bere caffè di tarassaco aiuta inoltre:

  • Nella disintossicazione e depurazione del corpo.
  • È un buon stimolante per la funzionalità epatica e biliare e risulta molto utile incasi in cui è presente l'epatite. 
  • Per le sue proprietà di pulizia ed epatoprotettiva, aiuta a purificare il sangue dalle tossine e a proteggere il fegato da una possibile degenerazione causata da intossicazione alimentare o avvelenamento chimico. 
  • Stimola la produzione di bile e facilita l’attività pancreática, per il colesterolo, la circolazione e i reumatismi,
  • L’amargo contenuto nel caffè costituisce un valido aiuto per l’apparato digerente e risulta molto efficace nei casi di stipsi e per i casi di  inappetenza proprio come l'artemisia.
  • Trova, infine, riscontri positivi per la cura della pelle specie per l’acne. 

Vi sono però situazioni in cui è meglio non consumare caffè di tarassaco:

  • gastriti
  • ulcere
  • calcoli biliari
  • calcoli renali in quanto il tarassaco contiene molti ossalati,
  • il tarassaco essendo ricco di potassio in caso di assunzione di ulteriore potassio (come integratori) potrebbe procurare un sovraeccesso
  • durante la terapia con antibiotici
  • durante la terapia con farmaci contenenti litio, il tarassaco potrebbe impedirne l’eliminazione con effetti dannosi al físico.

Una raccomandazione valida per tutti è di fare attenzione se volessimo andare da noi a raccogliere le radici, il lattice contenuto in esse, infatti, se ingerito può essere tossico.

A questo punto se siamo curiosi di un sapore nuovo non ci resta che preparci un caffè di tarassaco e beneficiare delle sue proprietà.

Forse può interessarti leggere anche:

Il tarassaco, promessa di primavera,

Caffè verde per dimagrire: bufala o proprietà vere?

 

 CaffèBook (caffebook .it)


  07  Ago  2017 ,
Caffè e Cultura

Caffè e Cultura.

Il caffè è parte integrante della nostra cultura,

per come ogni giorno ne assumiamo,

per l'importanza che gli diamo come fonte di energia e

per molti altri motivi... buoni

Devi effettuare il login per inviare commenti