Skype Caffebook

Scienze e Mestieri

Caffè verde per dimagrire: bufala o proprietà vere?

Caffè verde per dimagrire: bufala o proprietà vere?

Al caffè verde (green coffee) sono state attribuite notevoli proprietà benefiche fra le quali di essere un rimedio naturale molto efficace per dimagrire, ma cosa c’è di vero? Parliamo dei chicchi di caffè crudi, non ancora tostati, e che quindi conservano tutte le proprietà naturali.

In coda all'articolo anche un breve video sulla raccolta del caffè: è divertente ed interessante perchè mostra le prime fasi della raccolta. 

Cos’è il Caffè verde?

È il chicco crudo che non segue la produzione del caffè tradizionale e non viene  sottoposto a tostatura e torrefazione, ma lasciato asciugare al sole. Questo è anche l'originale uso dei semi della pianta di coffea prima di introdurre la tostatura nel processo di lavorazione che non solo ne cambia il colore ma, naturalmente, conferisce al caffè verde proprietà differenti come la quantità di caffeina, ad esempio.

Per il consumo si impiegano un po' tutte le specie: l'arabica, la robusta e l’excelsia, ma anche altre meno utilizzate per il caffè tradizionale.
È quindi il caffè crudo, e per questo mantiene il verde intenso naturale, che solo recentemente ha visto aumentare la sua fama soprattutto legata alle presunti effetti dimagranti.

Come bevanda ha un aroma molto intenso e un sapore leggermente amaro, un gusto “eccentrico” che sta conquistando molti estimatori.

Caffè verde: i benefici ed effetto dimagrante

 

Caffè verde per dimagrire

Caffè verde per dimagrire: bufala o proprietà vere?

I chicchi verdi della coffea (Green Coffee) in tisana possono essere assunti anche giornalmente, come un tradizionale caffè e portano all’organismo vari benefici, essendo efficaci sotto vari aspetti.

Il più pubblicizzato è senza dubbio l'effetto dimagrante. L'azione sul metabolismo dei grassi svolta dal caffè verde è dovuta alle metilxantine contenute ed in particolare alla caffeina. Queste sostanze producono un effetto lipolitico che tende a liberare il tessuto adiposo dagli acidi grassi immettendo nuovamente in circolo. Se però le cellule non li metabolizzano vengono captati dal fegato che li ritrasforma in trigliceridi e trasporta nuovamente agli adipociti annullando l'azione iniziale.

La caffeina produce anche un altro effetto importante: libera le catecolamine come l’adrenalina e la noradrenalina. Le catecolamine facilitano la lipolisi e l’attivano alcuni meccanismi fisiologici facilmente riscontrabili anche dalla nostra esperienza come l’aumento delle pulsazioni cardiache (con l’aumento del flusso coronarico), una maggior attività muscolare e una sensibile stimolazione nervosa. Questo provocherebbe, quindi, un aumento del consumo di energia.

Arriviamo alla fine all’acido clorogenico la cui azione sul metabolismo degli zuccheri a livello epatico e livello intestinale ne ridurrebbe l’assorbimento.

Allora, fa dimagrire il caffè verde?

L’Autorità Europea per la sicurezza alimentare (Efsa) non ha trovato correlazione diretta tra acido clorogenico e la perdita di peso come effetto indipendente da altri fattori. Proporre il caffè verde per dimagrire basandosi sul solo effetto lipolitico della caffeina è un inganno oltre che una bufala pubblicitaria.
L’effetto dimagrante del caffè verde si rivela utile solo abbinandoci un’adeguata attività fisica e un regime calorico e alimentare equilibrato e corretto, mentre l’azione ipoglicemizzante dell’acido clorogeniconon non è valutabile perché cambia da persona a persona.

In sostanza quando promettono prodotti miracolosi per dimagire si deve sempre diffidare, così come per le diete che possono non solo essere delle bufale ma anche pericolose.

Il caffè verde è un prodotto naturale con molti benefici, ma anche con delle controindicazioni che andremo ora a scoprire.

Le altre proprietà benefiche del caffè verde crudo

Sali minerali, vitamine e polifenoli sono le sostanze nutritive più rilevanti presenti nei chicchi di caffe verde crudo.

  • I Polifenoli, la cui azione contro i radicali liberi è nota, sono presenti come acido tannico e l’acido ferulico che rallentano l’invecchiamento cellulare e agiscono contro le infiammazioni.
  • Gli omega 3 e gli omega 6 la cui equilibrata presenza è utile per diminuire lo stress, fare prevenzione delle malattie cardiovascolari e della pelle e tenere sotto controllo la pressione sanguigna.
  • Vitamine del gruppo B che migliorano le difese immunitarie.
    Acido clorogenico che una volta metabolizzato diventa acido caffeico che diminuisce il rischio di insorgenza di alcuni tumori e patologie.

Diminuendo la presenza di zuccheri nel sangue, il caffè verde, è consigliato per contrastare il diabete di tipo 2.

Le differenze fra il caffè verde crudo e il caffè tradizionale tostato

La differenza principale la troviamo subito nella caffeina che è presente in minor quantità e per altro legata all’acido clorogenico. L’abbinamento con questo antiossidante porta ad un assorbimento più lento e una permanenza più lunga che evita i picchi ematici e rende l’affetto stimolante più lungo.

Con la tostatura si perde anche molto dell’azione e della presenza di polifenoli.

Anche l’acidità viene modificata con la tostatura facendo passare il pH quasi neutro del caffè verde (circa di 5) a quello più acido del caffè tradizionale (3 -3,5).

Quindi meglio il caffè verde crudo o il caffè tradizionale tostato? Il caffè verde ha maggiore più evidenti qualità benefiche, poi il gusto è un'altra cosa, ma anche viziarci un po', a volte fa bene alla salute.

Caffè verde: come si assume?

Possiamo trovare sia le bustine solubili sia le capsule, quindi nessuna differenza con il tea o il caffè tradizionale, ma troviamo anche i chicchi di caffè dei quali è più facile controllare la qualità e assicurano una maggior genuinità del prodotto.

Per i chicchi di caffè verde dobbiamo ridurli in polvere o in grani con un mortaio per poi tenerli in infusione e filtrarli per il consumo.

Come riconoscere un buon caffè verde crudo

All'occhio deve presentarsi integro e senza la presenza di muffe. I chicchi devono avere una colorazione uniforme lucida e asciutta. Devono essere molto difficili da schiacciare e non avere senza odori particolari
Se li immergiamo nell'acqua fredda questa si deve colorare leggermente altrimenti potrebbe essere stati colorati artificialmente.

Le controindicazioni del caffè verde

Caffè verde: lasciato asciugare

Ci sono anche delle controindicazioni e delle attenzioni da prestare nel consumo del caffè verde.

Per la presenza di caffeina sia il caffè verde sia quello tostato vanno assunti con moderazione

è sconsigliata l’assunzione:

nei bambini e nelle donne in gravidanza

Poi anche chi soffre

  • di esofagite e reflusso gastroesofageo
  • di anemia (per riduzione dell’assorbimento di vit. B12 e ferro)
  • di osteoporosi (per riduzione dell’assorbimento del calcio)
  • di ipertensione
  • di tachicardia, aritmia e problemi cardiaci in genere
  • di insonnia

È bene berci una bevanda di caffè verde stando attenti a non aver assunto altri principi attivi che, se combinati, il nostro corpo potrebbe non tollerare bene.

Fonti utili Caracterìsticas del cafè

Può interessarti anche I Caffè storici che hanno cambiato la cultura in Europa

Fonti foto Pixabay

Un video sulla raccolta del caffè: accompagnati dalla musica potremo vedere in pochi minuti le prime fasi della raccolta. 

 


Caffè e Cultura

Caffè e Cultura.

Il caffè è parte integrante della nostra cultura, per come ogni giorno ne assumiamo, per l'importanza che gli diamo come fonte di energia e per molti altri motivi.

Devi effettuare il login per inviare commenti