Skype Caffebook

Scienze e Mestieri

TITOLO, storia di un vino di successo

TITOLO, storia di un vino di successo

Et però credo che molta felicità sia agli homini 
che nascono dove si trovano i vini buoni.

Leonardo da Vinci

Questa che stiamo per raccontare non è la trama di un film, ma potrebbe esserlo. Uno di quei film che quando li guardi ti trasmettono buone sensazioni, il piacere di sentimenti veri, il gusto per le cose ben fatte e ben curate e quell’atmosfera di equilibrio e armonia.

É una storia moderna con radici lontane nel tempo come quelle dell’Aglianico del Vulture, una varietà che deve il suo arrivo in Italia agli antichi greci.

Nel 2000 una giovane donna Elena Fucci pensava di iscriversi a ingegneria e con la sua famiglia stava decidendo qualcosa di molto importante: vendere i terreni attorno alla propria casa a Barile in Basilicata. Su quelle pendici ci sono le viti di nonno Generoso, di età compresa tra i 50 e i 70 anni e non sono solo piante, ma tutto il passato della loro famiglia immerso in una lunga tradizione contadina.

 

TITOLO storia di un vino di successo le vigne

Elena Fucci, vino:

Fase della raccolta dell'uva.

TITOLO storia di un vino di successo la raccolta

TITOLO storia di un vino di successo l'uva

Il TITOLO di Elena Fucci:

          è Aglianico del Vulture al 100%: 

Il TITOLO di Elena Fucci è prodotto seguendo la tradizione e nel pieno rispetto della natura.

Tiberio Fucci Photo

TITOLO storia di un vino di successo ecofriendly

TITOLO, Vino di Elena Fucci:

Ha vinto per l’undicesimo anno consecutivo i Tre Bicchieri del Gambero Rosso.

TITOLO vino Aglianico del vulture

dal sito Elena Fucci vini 

Visita anche la pagina su Facebook

 per conscere meglio l'Aglianico del Vulture TITOLO.

 

 

Devono solo vendere quelle vecchie viti e potranno cambiare vita, ma qualcosa scatta e trasforma quella decisione. Scatta in Elena mentre mostra la vigna ai possibili acquirenti camminando fra i filari.

Coraggio? Fantasia? Forse, o forse solo un tuffo al cuore e alla fine per vendere c’è sempre tempo… ma trasformare una semplice raccolta di uva per la vendita sul mercato regionale in un’azienda vinicola: non è un cosa che si fa per scherzo.

Elena Fucci decide decide di tenere i 6 ettari di viti e di fare vino di alta qualità. Non è qualcosa che si può improvvisare tanto meno in una terra dove le uve maturano a fine di ottobre, e anche oltre, in quella che si rivela essere sempre fra le ultime vendemmie d’Italia.

Siamo sulle pendici del Monte Vulture un vulcano alto 1327 metri che promette neve d’inverno e forti escursioni termiche in estate.

Questo, però, è anche un terroir unico per la mineralità dei terreni vulcanici, per un microclima ideale dovuto alle forti escursioni termiche a 600 metri di altitudine e per a una esposizione perfetta a sud – sud est.

Allora ecco che gli studi universitari di Elena non sono più in ingegneria ma in Viticoltura ed Enologia a Pisa e portano nell’attività della cantina qualcosa di nuovo, di moderno certamente, ma non travolgono tutto, anzi si fondono con le conoscenze contadine da sempre presenti in famiglia che può trasmettere nonno Generoso.

A tutto il bene regalato da una natura incontaminata si aggiungono il cuore, la passione, la volontà di imparare e conoscere, l’intelligenza e la lungimiranza nelle scelte nella gestione della vigna e della cantina, frutto anche queste di valori sani e sinceri.

Un solo vino curato con la dedizione di un giardiniere e con l’utilizzo ragionato di moderne soluzioni tecniche che prevedono materiali biologici e biodegradabili e un’attenzione particolare alla salvaguardia dell’ambiente.

Il TITOLO, è questo il nome che decidono di dare al proprio vino, nasce da vigne accudite seguendo tradizionale, senza chimica, ma con una manualità e un rispetto della natura tale che anche la legatura delle viti è fatta con le ginestre e non con lacci di plastica.

È così che è nato il TITOLO, un Aglianico del Vulture al 100%,

un vino il cui profumo, la limpidezza del colore e il sapore equilibrato e dai sentori originali sono oggi conosciuti a livello internazionale.

Questo recupero delle antiche tradizioni e metodologie delle cantine abbinato al massimo rispetto della natura e dei suoi cicli ha entusiasmato la critica enologica italiana e straniera fino a portare TITOLO sui gradini più alti:

Gambero Rosso ( ha vinto per l’undicesimo anno consecutivo i Tre Bicchieri con sole 14 annate commercializzate), Corriere della Sera, Espresso, Bibenda, Vitae, Slow fino al più recente splendido successo che ha visto

la cantina di Elena Fucci scelta da Wine Spectator fra le 100 migliori cantine di Opera Wine in occasione di Vinitaly 2017.

Elena Fucci spesso viaggia e fa conoscere il proprio vino con un’attività manageriale moderna che l’ha portata a conquistare importanti settori di mercato in Italia, ma soprattutto all’estero dove sempre di più si cercano vini capaci di caratterizzare un ristorante importante o un’enoteca.

 

 

TITOLO storia di un vino di successo Elena Fucci

TITOLO storia di un vino di successo

Elena Fucci vini

Vino Aglianico del Vulture

CaffèBook (caffebook it)

Elena ha creduto subito in un solo vino, il TITOLO, per potergli dedicare tutte le cure necessarie in ogni fase e ora tutti gli sforzi fatti in vigna, in cantina e nei viaggi per farlo conoscere sono ripagati nei profumi e nel gusto di un vino di successo che viaggiando fra passato e presente sta facendosi conoscere ed apprezzare in tutto il mondo.

Amo sulla tavola, quando si conversa,
la luce di una bottiglia di intelligente vino.

Pablo Neruda

 

TITOLO storia di un vino di successo Elena Fucci vini un Vino Aglianico del Vulture  CaffèBook (caffebook it)Tiberio Fucci Photo


Informazione e Cultura

Articoli di informazione, società e cultura.

 

     

 

 

.

 

Devi effettuare il login per inviare commenti