Skype Caffebook

Scienze e Mestieri

Arinze Stanley, l’artista che inganna l’occhio.

Arinze Stanley, l’artista che inganna l’occhio.

Da sempre l’arte figurativa ha suscitato interesse e ammirazione nell’essere umano.
Innumerevoli sono stati gli artisti appartenenti alle varie epoche che hanno espresso le proprie sensazioni e i propri intenti attraverso mirabili opere che hanno segnato la storia dell’arte, usando le tele come documenti di denuncia o, semplicemente, se un termine del genere può essere in questo caso considerato lecito, per rappresentare il bello o comunque donare la loro interpretazione del mondo.

È questo il caso di un giovane artista nigeriano autodidatta, che immancabilmente sorprende ogni volta il pubblico con i suoi lavori.


Arinze Stanley è un disegnatore,

ma ciò che raffigura rispecchia talmente la realtà, da far credere allo spettatore di trovarsi di fronte a una fotografia in bianco e nero ad alta definizione, piuttosto che davanti a un quadro.

 

L’artista nigeriano Arinze Stanley utilizza con matite di grafite e carboncino e per i suoi disegni utilizza grandi fogli di carta.

I suoi soggetti sono enormi ritratti per realizzare i quali impiega dalle 200 alle 300 ore per ogni opera. Stanley cura minuziosamente ogni dettagliocercando di catturare dei riflessi di luce o delle gocce di sudore appena percepibili per il normale osservatore.

"Io uso pochi mezzi: le matite carboncino e le matite di grafite", dice Stanley dei suoi strumenti artistici e della sua tecnica spiega:"Sperimento con tante tecniche tratteggio e faccio scarabocchi, ma fondamentalmente è solo un flusso che scorre attraverso di me sulla carta."

"A volte è quasi come se non avessi il controllo della mia matita", aggiunge. "È come un trasferimento di energia:. spesso sento che sto trasferendo la mia energia in un pezzo di carta in bianco attraverso le mie matite e questo diventa arte"

La tecnica dell’artista è il disegno a matita, coltivato sin da bambino quando, aggirandosi per l’impresa cartaria dei genitori, riempiva fogli con figure varie, tipiche dei più piccoli.
Fortunatamente quella passione è stata coltivata facendo acquisire un altro valevole elemento al contenitore artistico.

 Articolo Arinze Stanley, l’artista che inganna l’occhio. di Paola Bianchi foto da artnau.com CaffèBook ( su caffebook .it)

 

 

L’iperrealismo, questo il nome della corrente seguita da Arinze Stanley, è stato approcciato dal disegnatore nel 2012, e con esso la sua creatività ha trovato un nuovo e particolare canale di espressione.

Arinze Stanley non si limita infatti a “copiare” o comunque a riprodurre il particolare di un oggetto o di una persona, ma ne studia approfonditamente le caratteristiche, integrando così conoscenza, vista e capacità riproduttiva.

Le tre “P” sono il motto di questo genio con la matita, e stanno per “Pratica”, “Pazienza” e “Persistenza”, come spiegato durante un’intervista dallo stesso disegnatore:

Ho uno motto per il mio lavoro, ed è ‘Pratica, Pazienza, Persistenza’. Mi hanno guidato nel corso degli anni e mi guidano ancora oggi. La continua pratica mi ha aiutato a migliorare, ma non credo sarebbe stata possibile senza persistenza e pazienza, dato che ci vogliono oltre duecento ore per completare un disegno, e che ho tempo solo la notte a causa degli impegni lavorativi nel giorno”.

Tra le sue opere suscitano sicuramente maggiore interesse i ritratti realizzati con sapienti e precisi tocchi di grafite e carboncino, in cui il realismo è sconcertante.

Nell’epoca dei social, il talento indiscusso di Arinze Stanley non è passato inosservato, anzi è diventato addirittura virale, e facilmente è possibile trovare post su di lui e sui suoi lavori su Facebook, Twitter e, naturalmente, Instagram.

 

 Articolo Arinze Stanley, l’artista che inganna l’occhio. di Paola Bianchi foto da artnau.com CaffèBook ( su caffebook .it)

 

 

 

 

 


  15  Apr  2017 ,
Paola Bianchi

 Paola Bianchi: Romana di nascita, ma cittadina del mondo, Paola Bianchi è laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne e insegna lingue e materie letterarie, oltre a lavorare come correttrice di bozze e traduttrice. Appassionata di tutto ciò che ruota intorno ai libri ha un proprio blog: librieemozioni.altervista.com

 I suoi Articoli             Conosci meglio: Gli Autori di CaffèBook

Devi effettuare il login per inviare commenti