Skype Caffebook

Scienze e Mestieri

Grafologia, dal gesto grafico al carattere: Antoine de Saint-Exupery - vivacità e armonia

Grafologia, dal gesto grafico al carattere: Antoine de Saint-Exupery - vivacità e armonia

“Tutti i grandi sono stati bambini una volta. Ma pochi di essi se ne ricordano”.

Uscirà nelle sale cinematografiche italiane il’1 Gennaio prossimo il film d’animazione “Il Piccolo Principe”, tratto dal celeberrimo racconto di Antoine De Saint-Exupéry.

 

Si torna a parlare ancora una volta, anzi in realtà non si è mai smesso,  dell’autore di quest’opera  celeberrima, misteriosamente e tragicamente scomparso a soli 44 anni,  in circostanze non  del tutto chiare, precipitando con il suo aereo nel luglio del 1944.

Nasce nel 1900, terzo di cinque figli di una famiglia aristocratica, vive un'infanzia felice nella proprietà di famiglia, ma perde il padre all'età di quattro anni. Questa mancanza contribuisce molto ad accrescere il legame con la madre, la cui sensibilità e  cultura segneranno profondamente la sua personalità.

"Il Piccolo Principe" si dice sia il libro più tradotto al mondo dopo la Bibbia. E’ una favola dedicata all'amico Léon Werth, ma non all'amico adulto, bensì al bambino, una dedica retroattiva, un testo per l'infanzia che induce a riflettere in ogni età.

La grafia di Antoine de Saint-Exupery

   Una scrittura in stampatello minuscolo che alterna lettere in corsivo, vivace nel procedere verso il margine destro, ci parla di un carattere ricettivo, entusiasta, disponibile al nuovo, aperto a modificare le proprie azioni e le proprie idee in funzione delle situazioni.

In grafologia il foglio bianco rappresenta l’ambiente, la vita quotidiana e, in questo caso, come possiamo notare, è occupato in modo equilibrato, l’aria circola liberamente tra righe e parole, denotando  la capacità di inserirsi in esso armoniosamente . La forma rapida e personalizzata esprime una buona coscienza di sé, uno spirito critico adeguato, un atteggiamento positivo e la predisposizione per la fantasia.

La presenza di buchi tra lettere rivela una buona dose di intuizione che unita all’emotività rende il personaggio reattivo e creativo. Il margine sinistro risulta particolarmente progressivo (tende ad allargarsi) confermando l’estroversione e la voglia di agire anche con ardore e impazienza.

 

Nell’augurare a tutti voi un Felice Anno Nuovo utilizziamo un aforisma di questo grande personaggio: “Fai della tua vita un sogno, e di un sogno, una realtà”.


  24  Dic  2015 ,
Barbara Taglioni

Barbara Taglioni

Grafologa, scrittrice eu ultimamente mi sono avvicinata al mondo della fotografia che ho scoperto essere un altro entusiasmante modo di fare arte.

I suoi articoli   Conosci meglio: Gli Autori di CaffèBook

Devi effettuare il login per inviare commenti