Skype Caffebook

Società

Cos’hanno in comune Carolina Kostner e Vasco Rossi?

Cos’hanno in comune Carolina Kostner e Vasco Rossi?

Apparentemente nulla.
Lei è una pattinatrice eterea, espressiva, che incanta lo spettatore con magistrali interpretazioni.


Lui è un rocker ribelle, contestatore e trascinatore di fans.


Rappresentano generi opposti, così come stili e caratteri:

lei si sottopone a durissimi allenamenti, diete e orari rigorosi,

lui adotta atteggiamenti fuori dalle righe, lei timida e schiva, lui complicato e sregolato.

Ho avuto il privilegio di assistere a un'esibizione di Carolina dal vivo. Come definirla?

Non è una pattinatrice ma è il Pattinaggio. Quando entra in pista catalizza l'attenzione in maniera inesorabile... può fermarsi al centro dell'arena e muovere semplicemente le mani e non puoi che aprire la bocca in uno spontaneo OOH di meraviglia.


Quasi non si sente il rumore delle lame che incidono il ghiaccio: lei scivola magicamente sulla superficie levigata e pare davvero volare.

Trasmette la serenità e il piacere che l'azione le provoca e fa sembrare tutto incredibilmente semplice: Axel doppi, combinazioni con Salchow, Lutz e Flip tripli, paiono gesti del tutto normali, eseguiti con viso disteso e senza apparente fatica. Si capisce che ama quel che fa e che si diverte.


Carolina è in grado di impersonare ritmi diversi passando dalla musica classica (l'Ave Maria di Schubert delle Olimpiadi a Sochi 2014 rimarrà nella storia del pattinaggio) al pop e al moderno, dando di ognuno una rappresentazione trascinante:

non si può dire che un genere le venga meglio rispetto a un altro.

Sono tutte perfomance uniche che giungono dritte al cuore.


Ammirarla in diretta consente di percepire qualcosa che dalla televisione non arriva: si respira la sua energia, che è carismatica e ipnotizzante, amplificando la bellezza che la musica produce, e si esce dallo stadio del ghiaccio carichi e appagati.

A fine esibizione l'atleta si mette a disposizione del pubblico per firmare autografi:

 

regala spontanei sorrisi fino a tarda ora, con garbo e gentilezza quasi disarmanti.

 

 

Ho avuto anche la fortuna di partecipare a un concerto di Vasco Come descriverlo?

Non è un cantautore o un rocker ma è il Rock.

Quando sale sul palco crea una corrente con il pubblico: nei suoi pezzi ci sono degli OOH che solo lui è in grado di emettere e che hanno un significato non trascurabile.

Scrive canzoni per comunicare e raccontare le sue insicurezze, che sono poi quelle di tutti, narrando emozioni e sentimenti comuni.

Condividendole genera l'atmosfera magica dei suoi concerti: sapere di non essere soli in certi frangenti del quotidiano crea un legame tra persone sconosciute.


E' sottile, sintetico e profondo, capace di trascinare con ritmi travolgenti e cullare con melodie dolci e malinconiche, completandole di testi delicati e diretti che lasciano senza parole, arrivando dritti al cuore.

Quasi ricorda le frasi dei poeti ermetici come Ungaretti: quattro versi e ha detto tutto, con un senso, un motivo e uno stile unici, nel contenuto e nella maniera.

Solo lui può cantare le sue canzoni perché costituiscono il peculiare modo di esprimersi e, quando interpreta quelle degli altri, le trasforma facendole proprie. Caratteristica non da tutti.

E' un personaggio originale di cui non si può negare il fascino: ha un modo accattivante di pronunciare le parole e fa percepire quello che racconta.

 

In realtà qualcosa in comune Carolina e Vasco l'hanno...


Sono entrambi artisti con la "A" maiuscola, creatori di emozioni per chi li ascolta o li ammira, capaci di fondersi nelle note musicali e nelle parole, dando vita a un incanto avvertito dagli spettatori.

Esistono bravissimi cantanti e ottimi atleti: professionisti la cui abilità va riconosciuta. Ma pochi sono i fuoriclasse capaci di entrare nell'animo trasmettendo. Sono questi quelli che, in ogni settore di appartenenza, pittura, scultura, recitazione, scrittura, canto, sport, si possono considerare

Artisti con l'iniziale maiuscola: quelli in grado di provare e far provare turbamenti profondi, tuffandosi nel gesto scelto.


E' questo l'aspetto più elevato che l'uomo può mostrare.

 

E' questa caratteristica che accomuna Carolina e Vasco e li fa stupire per primi della bellezza in grado di far nascere.
Entrambi hanno trovato una via che percorrono col cuore.

 Articolo:Cos’hanno in comune Carolina Kostner e Vasco Rossi? CaffèBook (caffebook .it)

Leggi anche:La grande gioia del popolo di Vasco: raccontando il concertoCreare sul ghiaccio attraverso umiltà e semplicità


  15  Lug  2017 ,
Paola Iotti

Paola Iotti

Scrittrice. Appassionata lettrice che si è trasformata in scrittrice grazie alla sensibilità degli animali a cui cerca di dare voce, come a persone e argomenti talvolta posti a margine dall'odierna società.

  I suoi Articoli                Conosci meglio: Gli Autori di CaffèBook

 

Devi effettuare il login per inviare commenti