Skype Caffebook

Parole d'Autore

Viaggiare con internet e la fantasia.

Viaggiare con internet e la fantasia.

Tutti adorano viaggiare, difatti si aspetta sempre con ansia il periodo delle ferie, c’è persino chi non resiste alla tentazione di fare il conto alla rovescia e poi c’è chi viaggia per lavoro.

 

 Gli scrittori, ad esempio, viaggiano spesso e quasi ogni giorno, a volte anche più volte nel corso della stessa giornata, senza possedere necessariamente un jet privato, e non si avvalgono nemmeno del teletrasporto.

I mezzi che utilizzano per i loro frequenti spostamenti sono la rete internet e la fantasia. Sì, avete capito bene. Se usato nella maniera corretta, internet può far dono di numerose sorprese e tanti vantaggi.

Per uno scrittore sarebbe molto più semplice, oltre che sensato, descrivere posti in cui è stato per davvero, meglio ancora i luoghi dove è nato e cresciuto, di cui forse conosce tutti i misteri e le curiosità. Sì, è più facile e ha un senso, ma soprattutto l’autore non corre il rischio di scrivere informazioni errate e confondere lo Stato di Washington con Washington D.C., capitale degli Stati Uniti.

Gli scrittori viaggiano sempre… con internet e la fantasia.

 

Spesso però, uno scrittore avverte la necessità impellente di allontanarsi dalle proprie origini, si tratta di una specie di bisogno primario che può soddisfare facilmente proprio quando è davanti al computer, tutto preso dall’ispirazione del momento, mentre ad esempio veste i panni di un personaggio che abita nella parte opposta del pianeta rispetto a lui.

Internet fornisce tutto su un vassoio d’argento, ma spetta allo scrittore decidere quali informazioni utilizzare, cosa è importante e ciò che invece non lo è. Le ricerche pre-scrittura sono fondamentali e non solo per la buona riuscita di un romanzo, ma anche e soprattutto per la propria cultura personale.

Quando si è ragazzi e durante gli anni di scuola, molto spesso non si vedono di buon occhio alcune materie. Crescendo poi e abbandonando i banchi e i compagni di classe, a volte si avverte un po’ di nostalgia e persino quelle materie, un tempo detestate, diventano interessanti se lette senza gli insegnanti ad imporlo.

Tra i tanti siti web a disposizione degli autori per le ricerche sulle proprie storie e nello specifico per quanto riguarda l’ambientazione, ci sono Google Maps e Street View, TripAdvisor, Youtube, Wikipedia e tanti altri. Attraverso i primi due si possono raggiungere con estrema facilità tutte le città del mondo, individuare le vie principali e contemplare persino gli edifici o i parchi in periferia, calcolare i percorsi che collegano una o più città quando lo spostamento avviene con un’automobile, un mezzo di trasporto pubblico, con l’aereo e persino a piedi.

TripAdvisor mostra invece tutti i luoghi culturali, di divertimento e persino i posti in cui consumare cibo e bevande. Sul sito sono disponibili numerose foto di chi è stato per davvero in un determinato posto e anche la sua opinione a riguardo.

Wikipedia è un contenitore pieno di informazioni, c’è davvero di tutto e infine Youtube che mostra attraverso i suoi numerosi video, la vita che si muove nel mondo, nella città metropolitana o nel paesino abitato da poche anime, una spiaggia in piena estate, la riva di un ruscello o una montagna innevata con i suoi sentieri.

Di sicuro esistono tanti altri siti web, basta digitare il nome di un paese per approdare su una piattaforma dedicata interamente ad esso, ma il motore di ricerca più importante e del tutto gratuito resta senza dubbio la fantasia, senza quella tutti gli scrittori resterebbero chiusi in casa, molto probabilmente ad ammirare con delusione il palazzo tutto grigio e malandato che sorge proprio dinanzi alla loro finestra.

 


  30  Ott  2015 ,
Devi effettuare il login per inviare commenti